“Accatastamento fabbricati rurali, attenzione a parlare di “dovere civico””

Sindacato della Proprietà Fondiaria: "E' giusto che si paghino le tasse su edifici vuoti? Su edifici mezzi crollati o crollati in parte, ma che sono ufficialmente considerati ancora agibili?"

Intervento del Sindacato della Proprietà Fondiaria di Piacenza sull’obbligo di accatastamento dei fabbricati rurali al Catasto fabbricati, problematica tornata alla ribalta a seguito della recente pubblicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate dell’elenco dei fabbricati che risultano ancora censiti al Catasto terreni e della notizia che sono in via di spedizione ai proprietari interessati le lettere di sollecito. Pubblichiamo ampio stralcio della nota

Il problema dell’accatastamento dei fabbricati rurali è vecchio, dura da trent’anni. Ha nella sua radice e impostazione la ragione del suo fallimento. Si fa presto a dire del dovere civico, ma ci si deve chiedere se l’operazione è moralmente giusta, o no.

Se si, si parli pure di dovere civico. Se no, si faccia attenzione. E allora: è giusto che si paghino le tasse su edifici vuoti? Su edifici mezzi crollati o crollati in parte, ma che sono ufficialmente considerati ancora agibili? Ed è giusto che i fabbricati già a servizio della terra vengano passati al Catasto fabbricati solo per poterli tassare?

Oltretutto, questo spiega quanto sta accadendo: che le persone, per esempio a Cerignale, hanno tirato giù le case per non dover pagare. Un patrimonio distrutto da uno Stato che chiede soldi e soldi ancora. Il perchè i proprietari facciano resistenza da decenni, è tutto qui.

Altro che “dovere civico”. Andiamoci piano a impartire lezioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.