Quantcast

Il “super” Pro alla prova contro una Lucchese in crisi

Sei vittorie nelle ultime sette giornate e 10 reti segnate contro 2 sole subite nelle recenti quattro uscite per il Pro Piacenza; numeri che confermano la crescita esponenziale dei rossoneri

Più informazioni su

Sei vittorie nelle ultime sette giornate e 10 reti segnate contro 2 sole subite nelle recenti quattro uscite per il Pro Piacenza; numeri che confermano la crescita esponenziale dei rossoneri, ora saliti sino al nono posto in classifica dopo aver superato nello scontro diretto proprio la Viterbese.

PIU’ FORTE DELLE SOFFERENZE. La trasferta in terra laziale ha visto il Pro partire inizialmente con coraggio nonostante le assenze di Pesenti, Bazzoffia e Bini , costruendo alcune buone occasioni da rete con Cassani e Calandra.

La crescita dei padroni di casa, pur con un centrocampo ed un attacco da inventare viste le mancanze di Cenciarelli, Cuffa e Jefferson, ha visto comunque gli ospiti riuscire a rispondere colpo su colpo alle iniziative della squadra di Cornacchini capace di creare solo due grandi pericoli su iniziative dell’esterno Sandomenico.

Proprio nel momento in cui sembrava che lo 0-0 fosse il risultato più scontato (e probabilmente giusto), ecco arrivare la zampata dei neo-entrati rossoneri che con Bazzoffia, Pozzi e Martinez hano sfruttato appieno le clamorose disattenzioni del centrale Dierna (assist involontario a Martinez per lo 0-1) e del portiere Iannarilli (mancato rinvio per lo 0-2 di Pozzi) che nel finale hanno confezionato il sacco del Pro Piacenza.

Squadra di Pea dunque capace di resistere agli attacchi di casa, terza partita senza subire reti, ed in grado di capitalizzare appieno le risorse in panchina , determinanti nei minuti finali del “Rocchi”.

Zona play off cementata ma ora da difendere nelle ultime nove giornate, ad incominciare proprio dal prossimo turno (sabato 16.30) nel quale i rossoneri viaggeranno alla volta del Porta Elisa di Lucca per affrontare una formazione ferita dalla sconfitta nel match di Prato ed a-4 in classifica proprio dal Pro Piacenza.

CRISI LUCCHESE. Dopo un girone di andata chiuso al quinto posto nonostante la penalizzazione di un punto, la formazione di Galderisi sta letteralmente crollando nella fase discendente della stagione con soli 9 punti con 3 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte ma soprattutto con un solo punto nelle ultime 4 uscite.

Indubbiamente la crisi societaria con il passaggio delle quote dal vecchio patron Bacci ad una cordata di imprenditori locali e la doppia penalizzazione in classifica hanno minato un ambiente che in sede di calcio mercato ha visto perdere gli attaccanti migliori con la partenza di Forte e Terrani (19 gol in due) a Perugia, nonché dell’esterno Florio (Santarcangelo).

Linea verde per i rossoneri che hanno ingaggiato i giovani D’Auria (Monopoli) e Raffini (Pordenone), giocatori classe 1996 ma che sicuramente non possono ancora garantire l’affidabilità dei partenti. Troppi pareggi in campionato per la Lucchese (ben 12, record insieme a Pistoiese e Renate) ed un rendimento esterno con solo tre vittorie a fronte dei 15 punti realizzati, gli stessi di Pontedera e Tuttocuoio.

Galderisi adotta principalmente il 3-4-3 anche se in alcuni match fuori casa non ha disegnato spesso un prudente 3-5-2. Mingazzini e Bruccini (4 reti) sono la coppia centrale di centrocampo, davanti al tridente di difesa Dermaku-Espeche-Capuano, mentre sulle fasce giostrano l’offensivo Merlonghi ed il terzino Tavanti, in attesa del recupero del mancino Checchin ; in avanti accanto al bomber della squadra De Feo (6 reti), si muovono abitualmente Terrani (4 reti) ed il giovane d’Auria con il neo arrivato Raffini pronto a subentrare.

Giancarlo Tagliaferri

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.