“In piedi, davanti a una donna”. Marcia a Piacenza per l’8 marzo

“Le parole incise - spiega la Presidente della Consulta Annalia Reggiani - sono in memoria di tutte le donne sia quelle che faticosamente hanno affrontato le difficoltà della vita, e ce l’hanno fatta e sono riuscite a realizzare i loro sogni, i loro obiettivi, che quelle vittime di violenza che  purtroppo non ci sono più

Più informazioni su

“Una marcia per Venere”: è l’evento organizzato a Piacenza dalla Consulta delle Elette nell’ambito delle iniziative per l’8 marzo.

“Il genio delle donne”, a Borgo Faxhall la mostra sulla creatività femminile

“L’iniziativa – spiega la Presidente della Consulta Annalia Reggiani – consiste in una camminata da Piazza Cavalli (Palazzo Mercanti) a Corso Garibaldi (Palazzo della Provincia) per celebrare la giornata internazionale delle donne istituita per ricordare da un lato le conquiste politiche, sociali ed economiche delle donne, dall’altro le discriminazioni e le violenze da loro subite nella storia.”
 
“Auspico – prosegue la Consigliera Reggiani – che il percorso che le donne hanno fatto, e ancora devono fare, per raggiungere un’effettiva parità con gli uomini, che significa riconoscimento dei propri diritti, rispetto delle libertà e soprattutto delle differenze caratterizzanti i due sessi e che devono essere comprese e rispettate, sia conosciuto  dalle giovanissime, che spesso riconoscono di più il valore commerciale della festa che non il forte valore simbolico e  la conoscenza della tragedia, che ha spinto Rosa Luxemburg a proporre la giornata dell’8 marzo quale festa della donna”.

L’evento, previsto per lunedì 6 marzo, si concluderà alle 17.30 con la cerimonia di consegna alla Vice Presidente Patrizia Calza di una targa, donata dalle componenti la consulta, alla Provincia sulla quale è stata incisa la frase “In piedi, signori, davanti ad una donna”.

“Le parole incise sono in memoria di tutte le donne sia quelle che faticosamente hanno affrontato le difficoltà della vita, e ce l’hanno fatta e sono riuscite a realizzare i loro sogni, i loro obiettivi, che quelle vittime di violenza che purtroppo non ci sono più – spiega la Presidente e continua – non dimentichiamo però anche quelle donne coraggiose quali Lucia Annibali, da prendere come esempio, che dal male procurato volontariamente dalla persona che più le doveva essere vicina nella vita è riuscita  a trasformarla in qualcosa di positivo, utile a se stessa,  donata agli altri affinchè imparino a indirizzare meglio la loro vita”.

“Vorrei concludere con un pensiero di Lucia “Se scegli la vita, è per sempre” per dare coraggio e speranza a chiunque nella vita debba affrontare momenti difficili per non perdere mai il desiderio di vivere, di pensare che la vita vale sempre la pena di essere vissuta, con positività e fiducia anche nell’altro e con la capacità di amare comunque”.

Giornata internazionale della donna, gli altri appuntamenti – Proseguono gli appuntamenti legati alla celebrazione della Giornata internazionale della Donna.

Lunedì 6 marzo, alle 18, l’auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano ospiterà la presentazione del video “Donne piacentine di ieri e di oggi”, realizzato dal Cineclub Cattivelli con il sostegno del Soroptimist International Club di Piacenza. Introduce e modera l’incontro la giornalista Patrizia Soffientini.

Nella mattinata di martedì 7, alle ore 9 presso la serra di Palazzo Ghizzoni Nasalli in via Gregorio X n. 9, in collaborazione con il Cantiere Simone Weil il Comitato interculturale Femminile Plurale condurrà, per gli studenti della media Calvino, il dialogo “Preferisco la felicità”.

Alle 13.30, l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Piacenza, in collaborazione con il Conservatorio Nicolini e con la casa circondariale delle Novate, proporrà un concerto per le donne ospiti della sezione femminile del carcere di Piacenza. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.