Jazz Fest, ai Teatini i vincitori del concorso Bettinardi 2016

Giovedì 9 marzo alle ore 21.15 nella stupenda cornice della Sala dei Teatini, in via Scalabrini a Piacenza, arriva il tanto atteso momento dei nostri più giovani e talentuosi jazzisti. Si esibiranno, infatti, i vincitori delle tre categorie dell’edizione 2016 del Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi” per giovani talenti del Jazz italiano, abbinato al Piacenz Jazz Fest.

Giovedì 9 marzo alle ore 21.15 nella stupenda cornice della Sala dei Teatini, in via Scalabrini a Piacenza, arriva il tanto atteso momento dei nostri più giovani e talentuosi jazzisti. Si esibiranno, infatti, i vincitori delle tre categorie dell’edizione 2016 del Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi” per giovani talenti del Jazz italiano, abbinato al Piacenz Jazz Fest. Il concerto è a ingresso libero. Ricco sarà il programma della serata ai Teatini che vedrà esibirsi la fiorentina Sara Battaglini, vincitrice della sezione cantanti, in un duo speciale, i Playground Project da Aversa, distintisi tra i gruppi e il saxofonista Claudio Jr. De Rosa, trionfatore tra i solisti insieme al suo quartetto.

Tutti coloro che vi hanno partecipato riconoscono che il concorso Bettinardi è da sempre un’occasione importante. Al di là e non solo per i premi e i riconoscimenti, non solo perché “fa curriculum”. Partecipare al concorso ha fatto nascere nuove collaborazioni, ha rappresentato uno stimolo forte per andare avanti e realizzare finalmente il progetto creativo nel cassetto da sempre, ha costituito inoltre una prestigiosa vetrina e, non ultimo, ha permesso di mettersi alla prova sia artisticamente sia umanamente. La possibilità più importante viene offerta in particolare ai vincitori delle diverse categorie che, oltre al premio in denaro, si aggiudicano un ingaggio al Piacenza Jazz Fest dell’anno successivo, accanto ai più rinomati artisti con curriculum internazionale. Presente e futuro si incontrano, per i giovani vincitori è una meritata opportunità.

Il primo set della serata sarà affidato alla vincitrice della sezione Cantanti, Sara Battaglini, che in quest’occasione presenterà il suo progetto “Iòco”. La sua bellissima voce, strumento potente e raffinato, sarà accompagnata al pianoforte da Enrico Ronzani. “Iòco” nasce nel 2016 e si basa su una ricerca spensierata e leggera di suoni e idee diverse. Sia la scelta di brani sia la scrittura di composizioni originali parte dal presupposto di voler giocare con i timbri e le personalità individuali dei due musicisti, fino a trovare insieme un linguaggio e una sonorità comune.

Cambio completo di scenario con il Playground Project, gruppo che nasce dall’incontro di tre giovani musicisti campani uniti da una grande passione per la musica Jazz. La formazione è composta da Marco Fiorenzano al pianoforte, Marco Galiero al basso ed Emiliano Barrella alla batteria. Grazie ad un approfondito studio del linguaggio jazzistico, sia della tradizione sia dell’avanguardia, il Trio riesce da subito a ricercare un proprio stile, elegante ed energico allo stesso tempo. Le composizioni originali di Marco Fiorenzano, eteree e con una forte componente melodica, sono arricchite da una ritmica moderna con influenze rock e drum ‘n’ bass, dando vita così a una vasta gamma di atmosfere e suoni. 

In chiusura il vincitore della sezione Solisti, Claudio Jr De Rosa, che si esibirà insieme al quartetto, nato nel 2016, che porta il suo nome. Claudio è un saxofonista, compositore e arrangiatore anch’egli di origine napoletana che si è trasferito in Olanda da qualche anno ormai e da lì sta costruendo un ponte tra i Paesi Bassi e l’Italia. Il progetto è specchio del quartetto olandese di De Rosa, con il quale ha recentemente registrato il disco d’esordio. Basato su un repertorio originale, condito da alcuni standard della tradizione jazzistica, il CJDR Italian 4et si completa con una fenomenale sezione ritmica anch’essa campana: Alessio Busanca al pianoforte, Francesco Galatro al contrabbasso e Luca Mignano alla batteria. Il sound hard/post-bop della band mira ad esplorare, tramite un acceso interplay, soluzioni armoniche e ritmiche innovative, trascinando l’ascoltatore in un viaggio intenso a cavallo tra tradizione e modernità.

Il concorso “Chicco Bettinardi”, da sempre abbinato al Piacenza Jazz Fest è stato istituito proprio allo scopo di scoprire e valorizzare i nuovi talenti del Jazz italiano e di promuoverne le attività. Promosso sempre col supporto della Fondazione di Piacenza e Vigevano e di alcune aziende lungimiranti come la Yamaha Music Europe ed Elitrans (la ditta dove lavorava Chicco Bettinardi, socio fondatore del Piacenza Jazz Club e musicista, a cui il premio è dedicato).

Il festival prosegue con i tanti appuntamenti del weekend che vedranno sabato 11 marzo il concerto dei Quintorigo insieme a Roberto Gatto al Teatro Verdi di Fiorenzuola, culminando poi, la domenica successiva nel secondo appuntamento de “Il Jazz al Centro Gotico”, con la cantante Hetty Kate.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it, visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest o scaricare gratuitamente la app disponibile per iOS e Android. Per informazioni sui biglietti e gli abbonamenti si può scrivere direttamente alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.