Quantcast

L’Ausl di Piacenza ribadisce “Nessun allarme meningite”

Non c’è nessun allarme meningite e, quindi, nessuna urgenza di correre a vaccinare bambini e ragazzi. È l’invito che l'azienda Usl di Piacenza rivolge nuovamente a tutta la cittadinanza 

Più informazioni su

Non c’è nessun allarme meningite e, quindi, nessuna urgenza di correre a vaccinare bambini e ragazzi.

È l’invito che l’azienda Usl di Piacenza rivolge nuovamente a tutta la cittadinanza dopo il decesso, giovedì scorso, di un 33enne di Pianello per setticemia da meningococco

Il vaccino va somministrato solo alle fasce di popolazione raccomandate e ai gruppi a rischio, per mantenere alta la protezione collettiva e individuale dalla malattia.  La diffusione della meningite in generale è bassa ed è rimasta costante negli ultimi cinque anni.

“Non c’è nessuna urgenza – ribadisce il direttore sanitario Guido Pedrazzini – ma comprendiamo la volontà di chi vuole sottoporsi alla vaccinazione o vaccinare i propri figli”.

Per i bambini e i ragazzi fino a 12 anni (nati dopo il 2005) la vaccinazione deve essere prenotata alla Pediatria di Comunità.

Il consiglio è quello di scrivere una mail a vaccinazionipc@ausl.pc.it: gli operatori richiameranno i genitori per fissare un appuntamento. Nella mail vanno indicati nome e cognome del minore, data di nascita, comune di residenza e recapito telefonico. 

Per chi vuole prenotare telefonando direttamente alla Pediatria di Comunità occorre chiamare dal lunedì al venerdì:
– per i residenti nella città di Piacenza al 0523.317571 dalle 12 alle 13.30 

– per i residenti nel distretto di Levante al 0523. 989828 dalle 11.30 alle 12.30

– per i residenti dei Comuni di Podenzano, Vigolzone, San Giorgio, Rivergaro, Ponte dell’Olio, Bettola, Farini e Ferriere al 0523.538505 (Casa della Salute di Podenzano) dalle 12.30 alle 13.30 

– per i residente nel distretto di Ponente al 0523.880552 dalle 12.30 alle 13.30. 

Per la vaccinazione di bambini e ragazzi (ceppo B) è necessaria una richiesta scritta del pediatra o medico curante. Si ricorda che, dal 1 gennaio, con l’approvazione del Piano nazionale di prevenzione vaccinale, è prevista l’introduzione delle vaccinazione anti-meningococcica B ai nuovi nati dalla coorte 2017.

Questa indicazione si aggiunge alle strategie vaccinali nazionali e regionali già in atto, che prevedono l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione a 13°-15° mese di vita dei bambini e a 13-14 anni, per proteggere le fasce di età più a rischio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.