Quantcast

Logistica, sciopero ad oltranza alla Sda di Monticelli

Lo sciopero è stato dichiarato nella sua forma più dura, ad oltranza “fino alla soluzione dei problemi” si legge nei volantini distribuiti dagli scioperanti fuori dal magazzino

Più informazioni su

Logistica, lavoratori in sciopero da tre giorni al magazzino SDA di Monticelli.

Zorzella (Filt Cgil Piacenza): “Pressioni sui lavoratori part-time per sostituire gli scioperanti: se confermato è inaccettabile” – La nota stampa
 
MONTICELLI d’ONGINA (PIACENZA) – Sono in sciopero da tre giorni i lavoratori della cooperativa Milog, parte del consorzio Elpe, operanti nel magazzino SDA di Monticelli d’Ongina (Piacenza). Ad informare della protesta in corso da mercoledì è la Filt Cgil di Piacenza in una nota.
 
Lo sciopero è stato dichiarato nella sua forma più dura, ad oltranza “fino alla soluzione dei problemi” si legge nei volantini distribuiti dagli scioperanti fuori dal magazzino.

Tra i motivi della protesta il mancato rinnovo del contratto di appalto da parte di SDA, un comportamento giudicato “pretestuoso” da parte della Filt Cgil con l’obiettivo di “impedire la contrattazione di secondo livello”
 
“C’è un verbale d’incontro, ad oggi non ancora sottoscritto né dal committente SDA né dal consorzio Elpe nonostante ci sia stata la piena condivisione del testo con la FILT CGIL di Piacenza” spiega Floriano Zorzella, segretario generale Filt Cgil di Piacenza.
 
Il sindacato denuncia con forza “il protrarsi della cattiva gestione nei pagamenti delle retribuzioni”, con buste paga sbagliate, nell’ordine di decine e decine di ore ogni mese.

“Capita spesso che si sbaglino i conteggi e che vengano pagate meno ore di quelle lavorate, oppure non vengono inseriti i benefici previsti per legge. Sul territorio piacentino – denuncia Zorzella – una quantità simile di errori sistematici riscontrati nelle buste paga, e quindi nelle retribuzioni, non ha eguali. Se si va avanti così, viene meno il rapporto di fiducia tra cooperativa e lavoratori”.

Secondo quanto riporta la nota della Cgil, durante lo sciopero, iniziato mercoledì 23 marzo, la cooperativa Milog, parte del consorzio Elpe, avrebbe fatto pressioni su lavoratori part time affinché sostituissero gli scioperanti prolungando l’orario di lavoro.

“Se confermato – dice Zorzella – rappresenterebbe una gravissima violazione di qualsivoglia regola democratica”.
 
“I lavoratori chiedono che committente e appaltatore – si legge in un volantino – di rimuovere immediatamente le cause che hanno determinato lo sciopero proclamato, e ripristinare così la certezza per ogni lavoratore alla corretta retribuzione!”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.