Quantcast

Sicurezza del territorio, al via 35 interventi nel piacentino per 3 milioni

In cantiere opere di consolidamento e manutenzione di strutture danneggiate dal maltempo 2013 e interventi di prevenzione e difesa del suolo previsti dal programma regionale 2017

Più informazioni su

Sicurezza del territorio. Al via nuovi cantieri entro l’estate per 6,3 milioni di euro di cui circa 3 milioni alla provincia di Piacenza.

Previsti 64 interventi in tutta l’Emilia-Romagna.

Gazzolo: “Continua l’impegno per rendere più sicura la nostra regione. Garantiamo nuove e importanti risorse per i territori messi alla prova dal maltempo”

In cantiere opere di consolidamento e manutenzione di strutture danneggiate dal maltempo 2013 e interventi di prevenzione e difesa del suolo previsti dal programma regionale 2017. Interessate tutte le province dell’Emilia-Romagna

Bologna – La Regione conferma il proprio impegno per la difesa del territorio: entro l’estate partiranno in tutta l’Emilia-Romagna nuovi cantieri per realizzare lavori di prevenzione, messa in sicurezza, ripristino della viabilità e delle opere idrauliche.

Si tratta di un pacchetto di 64 interventi, finanziato con oltre 6,3 milioni di euro di risorse messe a disposizione dal bilancio regionale.

Di questi circa 3 milioni di euro saranno investiti per 35 interventi in una quarantina di comuni nel piacentino.  

Saranno avviati 25 nuovi cantieri, per circa 1,8 milioni di euro, reinvestendo i risparmi di spesa ottenuti sui lavori realizzati in seguito all’ondata di maltempo che a marzo e aprile 2013 ha flagellato le province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena.

Le opere riguarderanno la sistemazione e la manutenzione di argini, strade e infrastrutture danneggiate.

Previsti anche 39 interventi di prevenzione e messa in sicurezza dei fiumi e della costa, con uno stanziamento di circa 4,5 milioni di euro in tutte le province come stabilito dal Programma regionale 2017: in particolare, 2 milioni destinati a cantieri nel piacentino per continuare la sistemazione dei corsi d’acqua in seguito all’alluvione del settembre 2015; 800 mila euro per la difesa del litorale e 500 mila euro per il consolidamento dei versanti. 17 sono interventi di ripristino di erosioni spondali e della sezione di deflusso di fiumi e torrenti, per un valore complessivo di circa 1 milione 219 mila euro che saranno svolte “in compensazione”, cioè l’appaltatore potrà utilizzare, a titolo di compenso, il materiale prelevato.

“Quello per la sicurezza del territorio è un impegno che la Giunta regionale intende proseguire senza sosta: l’insieme delle opere destinate a partire nei prossimi mesi si inserisce pienamente nel disegno tracciato con i programmi già avviati in tutte le province”, sottolinea l’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile, Paola Gazzolo. “Rendere le nostre comunità sempre più resilienti e creare nuove occasioni di crescita e occupazione verde è una vera priorità dell’Emilia-Romagna e le nuove risorse messe in campo lo dimostrano”. 

I lavori saranno realizzati sia da Comuni e Province che dall’Agenzia regionale di Protezione civile soprattutto per la parte di recupero della funzionalità idraulica dei corsi d’acqua come sistemazioni di sponde, argini e alvei.

Gli interventi nella provincia di Piacenza 

Ad Alseno previsto il consolidamento delle difese idrauliche, taglio di alberature, risagomature degli alvei (50mila €) mentre ad Agazzano, Borgonuovo e Pianello V.T. lavori di ripristino dell’erosione spondale, escavazione a compensazione, in località Malpaga, Fabiano, Bilegno, Casa Bella (67.210 €).

A Bettola interventi di ripristino difese spondali e opere idrauliche sul Nure e rii minori (200mila €), oltre alla sistemazione morfologica del torrente Nure con escavazione in compensazione in località Recesio (43.121 €) e in località Biana a Ponte dell’Olio (43.121 €).

A Bobbio ripristino di sponde e opere idrauliche sul Trebbia (300mila €) e risagomatura dell’aveo nel tratto compreso tra le località Ponte Gobbo e Dego (50mila €); inoltre a Bobbio e Coli lavori in compensazione di escavazione e spostamento di materiale pietroso sul Trebbia tra  le località Pradella, Mezzano Scotti e Cassolo (43.630 €).

Programmata anche la manutenzione straordinaria di opere idrauliche sul fiume Trebbia, sul torrente Perino e su affluenti minori in località varie del Comune di Coli (100mila €). 

Consolidamento delle difese idrauliche, taglio di alberature e riprofilatura dell’alveo Cadeo (50mila €) e a Castel San Giovanni (30mila €), nel Rio Carona. 

Ripristino dell’erosione spondale in località Caminata capoluogo e Bibbiano V.T. con escavazione a compensazione (11.562 €). Intervento di ripristino viabilità d’accesso alla frazione di Lisore a Cerignale (120mila €). 

A Corte Brugnatella programmata la manutenzione straordinaria di opere idrauliche sul fiume Trebbia e sul torrente Cordarezza (100mila €).

Nel Comune di Farini interventi di ripristino difese spondali ed opere idrauliche sui torrenti Crocelobbia, Nure, Lavaiana e rii minori (350mila €). Inoltre integrazione di opere idrauliche esistenti sui torrenti in varie località (50mila €).

A Ferriere ripristino difese spondali e opere idrauliche sui torrenti Nure, Grondana e rii minori (140mila €). Riparazione di opere idrauliche su Nure, Gambarello, Rio Leone e Rio Lago  Moo in diverse località (50mila €),  oltre alla manutenzione straordinaria di difese, opere idrauliche e versanti sul torrente Aveto e rii minori in località varie del territorio comunale (130mila €)

A Gropparello e San Giorgio piacentino sarà ripristinata la funzionalità dell’alveo del torrente Riglio con estrazione a compensazione nelle località Viustino e Veggiola (75.646 €). Sistemazione idraulica e opere di difesa in località varie sul territorio comunale di Morfasso (120mila €).  

Saranno realizzati interventi di ripristino delle difese spondali e opere idrauliche su fiume Trebbia e rii minori in varie località varie dei Comuni di Ottone e Cerignale (100mila €).

A Piacenza, Pontenure, S. Giorgio Piacentino e Podenzano saranno ripristino di difese spondali, opere idrauliche ed officiosità del torrente Nure (140mila €) così come a  Piozzano (50mila €), Pianello (40mila €), Pecorara (50mila €). 

A Rivergaro e Travo ripristino dell’officiosità idraulica e la difesa della sponda destra del Trebbia in località Cisiano con estrazione a compensazione (65.228) e lavori in località Fabiano (50mila €). 

A Travo interventi di ripristino di difese spondali e opere idrauliche sul Trebbia (100mila €) e risagomatura nel tratto compreso tra le località Dolgo e Travo (40mila €).

A Vigolzone e Ponte dell’Olio saranno ripristinate le difese spondali e realizzate opere idrauliche sul torrente Nure (100mila €). 

Prevista la sistemazione morfologica del torrente Nure mediante escavazione in compensazione in località varie nei comuni di Piacenza, Pontenure, San Giorgio e Podenzano (86.085€). / Eli. Col.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.