PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Borgo Faxhall mostra dedicata alle moto Gitan

La libertà mette le ali, ma qualche volta mette le ruote. Due per la precisione. Le due ruote delle moto Gitan a cui da giovedì 20 aprile a domenica 7 maggio sarà dedicata una mostra evento al primo piano della Galleria Commerciale Borgo FaxHall organizzata da Stefano Gandolfi.

Più informazioni su

La libertà mette le ali, ma qualche volta mette le ruote. Due per la precisione. Le due ruote delle moto Gitan a cui da giovedì 20 aprile a domenica 7 maggio sarà dedicata una mostra evento al primo piano della Galleria Commerciale Borgo FaxHall organizzata da Stefano Gandolfi.

Dieci moto storiche messe a disposizione da collezionisti privati, a cui verranno affiancati documenti, locandine e riviste storiche e foto d’epoca.

Gitan, una moto che parla piacentino. Le due ruote che hanno cambiato la storia del motociclismo nascono, infatti, nel 1950 all’ombra della Rocca di Caorso dalla creatività di un giovane e ambizione imprenditore Gino Tansini, da cui il nome GiTan.

La prima è la Scirocco, una moto con propulsore verticale di 125cm cubi con cambio a tre o quattro rapporti. Una moto “per il tempo libero” che ha aperto la strada a una serie di modelli sempre più performanti e dal design distintivo.

La mostra alla Galleria Borgo FaxHall propone una serie di moto storiche tra cui la Grillo: una 50 cm cubi, 12 CV a 11 mila giri. Una versione speciale carenata del popolare ciclomotore del 1956, che il pilota PierGiorgio Bianchini usava nelle competizioni nazionali motociclistiche. Un pezzo di storia delle due ruote. 

Inaugurazione giovedì 20 aprile alle 10 
Primo piano della Galleria Commerciale Borgo FaxHall 
Piazzale Marconi 37, Piacenza 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.