PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Agenti aggrediti da detenuto, rivedere il sistema di lavoro”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa firmata da sette sigle sindacali (Sappe, Uilpa, Sinappe,Cgil, Uspp, Cnpp, Cisl) sugli eventi critici della casa circondariale di Piacenza.

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa firmata da sette sigle sindacali (Sappe, Uilpa, Sinappe,Cgil, Uspp, Cnpp, Cisl) sugli eventi critici della casa circondariale di Piacenza.

La nota stampa – Eventi critici Casa Circondariale di Piacenza.

Non si arena il verificarsi degli eventi critici presso la Casa Circondariale di Piacenza. E’ notizia quella che ha visto l’aggressione presso la sezione “A” (che ospita detenuti ex art. 32 O.P.), dove un detenuto italiano, dopo aver chiesto insistentemente delle sigarette all’addetto alla vigilanza del reparto, ha approfittato di un momento in cui si trovava aperto e fuori dalla propria cella, dando in escandescenza e richiamando l’attenzione di altro Assistente Capo giunto puntualmente in sezione.

Entrambi i colleghi cercavano di far ritornare alla calma il detenuto e dell’impossibilità di consegnare delle sigarette, subendo la reazione violenta del detenuto che li aggrediva con morsi e calci. Con difficoltà si arginava la furia violenta del detenuto ed i due aggrediti venivano accompagnati presso il locale nosocomio cittadino ove gli venivano prescritti – rispettivamente – gg. 10 e gg. 3 di prognosi.

Uno di essi riportava sfocatura del polso e ulteriormente sottoposto ad accertamenti presso il reparto infettivo con esito negativo. Si lamenta la lacuna organizzativa del servizio da prestare presso il reparto che ospita detenuti in regime di art. 32 O.P., che prevede la necessaria presenza di due unità di personale di Polizia penitenziaria e con uno di essi con riprovata esperienza ma che, quasi quotidianamente, deputato alla vigilanza di un solo addetto anche con pochi anni di servizio.

Disorganizzazione che conferma la necessità di rivedere con urgenza l’attuale sistema di lavoro, più volte ritenuto deficitario dalle organizzazioni sindacali e non in grado di garantire un regolare equilibrio alla struttura piacentina.

Ai colleghi aggrediti la vicinanza di tutto il reparto e delle organizzazioni sindacali.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.