PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alessandro Gallo presenta a Piacenza “Tutta un’altra storia”

Giovedì 13 aprile, ospete di 100x100 in Movimento. In mattinata inaugurerà alla biblioteca di Rivergaro la sezione lotta alle mafie

Giovedì 13 aprile 100×100 in Movimento ospiterà a Piacenza Alessandro Gallo con il suo ultimo lavoro, il libro “Tutta un’altra storia” edito da Navarra.

Due i momenti della giornata: dalle 10,30 alle 12,30 si terrà, a Rivergaro, l’inaugurazione della sezione lotta alle mafie presso la Biblioteca Comunale, con donazione di testi tematici, rivolto agli studenti della scuola media Vittorio Alfieri ed alla cittadinanza. Parteciperà con un intervento teatrale di prevenzione all’uso di sostanze stupefacenti Filippo Arcelloni di Piacenza Kultur Dom-Teatro Trieste34.

Alle 18 Gallo presenterà il suo libro alla Feltrinelli di Piacenza. L’autore sarà intervistato dalla giornalista Maria Vittoria Gazzola. Introdurrà Rossella Noviello, presidente di 100×100 in Movimento.

La presentazione del libro di Alessandro Gallo rientra nella rassegna, promossa da 100×100 in Movimento nel territorio piacentino dal 2012, “Testimoni in movimento, la Resistenza dell’antimafia sociale” dedicata, quest’anno, alle stragi di Capaci e di Via D’Amelio delle quali cade il 25esimo anniversario.

In questi anni la Rassegna ha visto la partecipazione di protagonisti della lotta alle mafie nel nostro Paese. Ne citiamo alcuni: Salvatore Borsellino, fratello di Paolo Borsellino ucciso nella strage di Via D’Amelio a Palermo, Gaetano Saffioti ed Ignazio Cutrò,

Testimoni di giustizia, gli scrittori e giornalisti Salvo Ognibene, Salvo Vitale (compagno di lotta di Peppino Impastato), Pino Maniaci (direttore di Telejato notizie), e molti altri. Primo fra tutti i Testimoni è il Fondatore e Presidente Onorario del Movimento : I.M.D., poliziotto in incognito, per 15 anni nella Catturandi di Palermo, che oggi si occupa di criminalità straniera dopo aver partecipato all’arresto di Bernardo Provenzano, Giovanni Brusca, Salvatore e Sandro Lo Piccolo e molti altri.

IL LIBROSi può parlare di legalità ai ragazzi coinvolgendoli con romanzi appassionanti? Alessandro Gallo dimostra di sì e dopo “Scimmie” e “Andrea torna a settembre” – più di 10.000 copie vendute ai giovani di tutta Italia – chiude la sua trilogia con una storia autobiografica ambientata a Napoli in cui tre adolescenti combattono la camorra con la forza del teatro.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.