PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bakery Piacenza festeggia il terzo posto in classifica con 106 punti

Quarta vittoria filata della Bakery Piacenza che anniente una Sestu coraggiosa. Così facendo i ragazzi di Steffè bloccano matematicamente il terzo posto 

Più informazioni su

Bakery Piacenza 106 –70 Su Stentu Sestu (32-21, 59-31, 87-46)

Bakery Piacenza: Magrini 15, Sanguinetti 10, Soragna NE, Rezzano 26, Guerra 7, Tempestini 11, Leonzio 12, Banti NE, Samoggia 14, Bruni 11, all.Steffè

Su Stentu Sestu: Scodavolpe 17, Graviano 14, Casula, Floridia 10, Trionfo 6, Villani 5, Laguzzi NE, Passaretti 18, Cabriolu, Vaccargiu, all.Sassaro

Quarta vittoria filata della Bakery Piacenza che anniente una Sestu coraggiosa. Così facendo i ragazzi di Steffè bloccano matematicamente il terzo posto e si preparano in maniera ottimale per i playoff. I biancorossi si mettono in testa dopo 1 minuto, ed iniziano ad allungare senza sosta. Il 70% dal campo, durante tutti i 40’, insieme ai 7 uomini in doppia, fanno chiudere la Bakery con 106 punti.

Iniziano forte gli attacchi in avvio di partita e il ritmo è il primo a guadagnarne. Un po’ meno le coronarie dei due coach. La Bakery fa affidamento sulla sua voglia di passarsi la palla, con Ssnguinetti che smazza subito 2 assist, per un Rezzano da 5 punti e un Samoggia da 6. Sestu dal canto suo, ha in Scodavolpe e Graviano (5 & 4) le armi giuste per controbattere. E’ 13-13, dopo 5’. Tre difese fatte come coach Steffè comanda, più una tripla di Sanguinetti da 8 metri, un contropiede di Bruni e l’ennesimo enorme Samoggia, scavano il primo +7, dopo 8’. Negli ultimi 2 minuti si scatena Bruni, insieme ai soliti due lunghi. Sestu soffre e finisce con il soccombere di 11. 32-21 dopo i primi 10’.

In avvio di secondo periodo, Rezzano arriva a 13 segnature, Bruni a 7 e il divario lievita a 18 lunghezze, con Sestu che va a referto solo grazie a Graviano. Dopo 13’ di gioco, la Bakery vola sul 41-23. Scodavolpe (7) prova a trascinare i suoi, ma i biancorossi hanno in Tommaso Tempestini un cecchino di altissimo livello. 6 punti con due triple, scrivono il primo +20, sul 47-27, al 15’. Nei tre minuti seguenti, il match scorre via rapidissimo. I soliti Graviano e Scodavolpe per i sardi, aiutati da Passaretti mentre per la Bakery c’è spazio un po’ per tutti. Guerra, Leonzio e Magrini dipingono il +25. Che diventa +28 sulla sirena, con la seconda bomba di Rezzano. E’ 59-31 al 20’

Ad inzio ripresa, dopo un minuto di quiete, tornano a scatenarsi gli attacchi. Per la Bakery, che porta in doppia cifra Magrini e fa scavallare i 20 a Rezzano, arriva anche il primo +30, dopo 23’. Nei minuti seguenti, la difesa dei biancorossi è veramente un inno all’ermetismo e l’attacco trova sempre soluzioni di livello, con i suoi molteplici interpreti. Nelle pieghe della partita, c’è spazio per un gioco da 4 di Sanguinetti, due triple di Leonzio e per il +44, al 28’. Dopo 30’ , il risultato si ferma sull’87-46 per i padroni di casa.

Nell’ultimo e non più decisivo parziale, Sestu ha una fiammata iniziale grazie all’energia di Floridia. Però è uno scatto, dettato più dall’orgoglio che dal gioco. Finito il minuto di sfuriata, Piacenza si rimette in testa e riprende a segnare e a divertirsi. Le doppie cifre raggiunte anche da Tempestini, Bruni e Leonzio, oltre a quelle di Samoggia, Rezzano, Sanguinetti e Magrini, fanno chiudere la contesa sul 106-70.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.