Quantcast

Comunali, Barbieri si presenta venerdì: “Al servizio dei cittadini” VD

Il suo primo appuntamento elettorale sarà una passeggiata lungo il centro di Piacenza. Un'iniziativa dal carattere simbolico: "Va recuperato il rapporto tra la gente e chi amministra"

Patrizia Barbieri sarà il candidato sindaco di Piacenza per il centrodestra. Barbieri, avvocato, è stata per 10 anni sindaco di Castelvetro. Il suo impegno in politica è poi proseguito in Provincia: è stata consigliere provinciale per la lista civica Oltre i Partiti, e poi assessore provinciale con delega allo sviluppo economico e all’urbanistica nella Giunta Trespidi. 

La sua presentazione ufficiale si terrà venerdì 7 aprile, alle 18, con una passeggiata lungo il centro di Piacenza, partendo dalla stazione ferroviaria.

“Mi metto al servizio di tutti i cittadini, la prima cosa che un amministratore deve fare è individuare le necessità a cui tiene particolarmente. Piacenza è una città che ho nel cuore e che amo, è una città che merita di risollevarsi perché io la vedo ripiegata su se stessa, questo per colpa di politiche amministrative a mio avviso sbagliate. Ci sono state molte non scelte, accettando passivamente decisioni imposte dalla Regione Emilia Romagna. Abbiamo perso dei centri direzionali, ed è indispensabile invertire la rotta per dare ai piacentini quella concretezza che meritano di avere”. 

Il primo appuntamento elettorale per Barbieri sarà una passeggiata lungo il centro di Piacenza, nel tardo pomeriggio di venerdì. Un’iniziativa dal carattere simbolico. “Va recuperato il rapporto tra la gente e chi amministra”. 

La decisione di candidare Barbieri a sindaco di Piacenza è stata accompagnata, nelle fasi finali, da qualche frizione all’interno del centrodestra. “Io mi sento sostenuta dal centrodestra – replica la candidata – e da liste civiche che si stanno formando. Da questo punto di vista la tranquillità ce l’ho. La tranquillità maggiore arriva dalla cittadinanza che vuole e apprezza la mia candidatura, perché comunque il sindaco deve essere il sindaco di tutto. Al di là dell’appartenenza e degli schieramenti politici, l’importante è che si capisca è che la volontà del centrodestra piacentino è stata quella di puntare sulle qualità amministrative, sul fatto di avere un’esperienza amministrativa già consolidata”. 

Sul suo rapporto con Massimo Trespidi, fino all’ultimo “avversario” per la candidatura, e ora in princinto di scendere in campo da indipendente, Patrizia Barbieri dice “E’ un amico, è stato un amico e sarà sempre un amico. Io non ho nessun motivo per polemizzare, le polemiche non mi appartengono. Non ho nulla di personale contro di lui, così come penso e spero lui non abbia nulla di personale contro di me”. 

L’INTERVISTA – VIDEO
 

“CONTRO BARBIERI CAMPAGNA DI AGGRESSIONE” – “Denunciamo con forza la vera e propria campagna d’aggressione anche su alcuni social network e con il ricorso ad espressioni di becero sessismo, nei confronti di una donna, l’avvocato Patrizia Barbieri, che anzitutto è un autorevole, capace ed apprezzato candidato a sindaco di Piacenza per il centrodestra”.

E’ quanto si legge in una lettera di solidarietà a Barbieri firmata da Federica Sgorbati, Erika Opizzi, Danila Pedretti, Lalla Grigioni Guffanti, Elena Baio, Sandra Scontrini, Giuliana Carrà Burgazzi, Anna Renai Farina, Liliana Bongiorni Bellotti, Gianna Vigorita, Carla Cademartiri Burgazzi, Norma Deluppi e Mariapia Magnelli.

“E’ una vicenda d’ordinaria povertà morale attraverso la quale quale infangando l’avvocato Barbieri si spera  – ma è speranza vana – che quest’ultima rinunci alla candidatura”.

“Al meschino attacco personale nei confronti di Patrizia – proseguono – s’aggiunge, quindi, il miserando tentativo di condizionare illecitamente l’imminente campagna elettorale per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale di Piacenza”.

“Riteniamo perciò doveroso, anzitutto come piacentine che hanno a cuore il futuro della propria città, – concludono – esprimere a Patrizia la nostra piena ed incondizionata solidarietà e vicinanza per un inopinato attacco nei suoi confronti e l’invito ad andare avanti e fino in fondo: noi tutte, assieme ai piacentini che vogliono davvero cambiare piacenza, ci siamo”.

VINCI (LN): “PERSONA GIUSTA PER CAMBIARE PIACENZA” – “La scelta di candidare a Piacenza, una donna è una scelta coraggiosa e in controtendenza con l’andamento del resto del paese: solo il 13,8% dei Comuni italiani è amministrato da donne”.

“Patrizia Barbieri è politicamente impegnata da anni, professionista affermata e madre di famiglia. – commenta il segretario della Lega Nord Emilia Gianluca Vinci – Piacenza è una città dal grande potenziale sia economico sia culturale, ma negli ultimi cinque anni non è stata valorizzata abbastanza e ormai non è più sicura. Patrizia è la persona giusta per cambiare finalmente questo andamento”.

La presidente dell’Associazione Donne Emiliane Claudia Bellocchi e l’assessore di Castel San Giovanni Valentina Stragliati, si congratulano con il segretario Vinci per la scelta della candidata: “E’ una decisione colma di significati, fortemente voluta dal nostro segretario, da sempre attento a riconoscere agli uomini e alle donne gli stessi diritti e le stesse responsabilità. Patrizia è la dimostrazione di come le donne riescano a organizzarsi al meglio, nonostante l’impegno su più fronti e sono sicura che sarà in grado di recepire le istanze dei piacentini, conducendo una campagna elettorale in mezzo alla gente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.