PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

David Riondino chiude la rassegna Musica al Lavoro

Giovedì 20 aprile lo spettacolo con Luca Garlaschelli "Lettere dalla deportazione: lettura musicata di storie di ordinaria deportazione"

Più informazioni su

Giovedì 20 aprile, per l’ultimo appuntamento della XIII edizione di Musica al Lavoro, la rassegna di musiche e parole promossa da ARCI e Camera del Lavoro con il patrocinio del Comune di Piacenza e il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano, in occasione delle celebrazioni legate alla Festa della Liberazione si terrà lo spettacolo curato da David Riondino e Luca Garlaschelli dal titolo “Lettere dalla deportazione: lettura musicata di storie di ordinaria deportazione” (ore 21.30, Salone “Mandela” della Camera del Lavoro).

Un’idea fondata sulla ricostruzione-divulgazione della Memoria, concentrata sulle teorie di deportazione: da quella in Libia, a quella Armena, a quella di politici, omosessuali, rom e IMI nella seconda guerra mondiale; da quella sovietica a danno dei comunisti italiani scappati dopo la marcia su Roma, a quella
iugoslava del dopoguerra.

La ricerca storica e la scrittura è di Luigi Lusenti che con certosina pazienza ha trovato storie documentate di persone che per caso, per sfortuna o perché perseguitati sono finiti in quel tragico destino di tutti coloro che hanno dovuto subire una deportazione forzata. Storie di persone che hanno vissuto queste tragedie, spesso dimenticate o addirittura ignorate.

I vari racconti saranno letti da David Riondino grande affabulatore e protagonista di stagioni teatrali, televisive e radiofoniche.

Ogni racconto sarà legato ad un brano musicale composto da Luca Garlaschelli ed accompagnato da Giuseppe Milici all’armonica a bocca e Roberto Gervasi alla fisarmonica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.