“Fermare le bombe in Siria”. Venerdì presidio in piazza

Venerdì 7 aprile alle ore 18 in piazza Cavalli a Piacenza Cgil, Cisl e Uil chiamano a raccolta cittadini e istituzioni per chiedere di fermare il massacro siriano

Più informazioni su

Venerdì 7 aprile alle ore 18 in piazza Cavalli a Piacenza Cgil, Cisl e Uil chiamano a raccolta cittadini e istituzioni per chiedere di fermare il massacro siriano.

Tra le prime adesioni: Comune di Piacenza, la Provincia, il Movimento Cristiano Lavoratori, Libera, Amnesty, Arci, Unicef, il Centro psicopedagogico per la pace, associazione di amicizia Italia-Cuba, Acli e il Comitato Un’altra Difesa è possibile.

“All’indomani di una nuova strage di civili e di bambini in Siria, un intollerabile e disumano orrore di gas e di morte, – spiegano i sindacati – promuoviamo un presidio per chiedere di fermare le bombe”.

“Deve essere fatto ogni sforzo politico e diplomatico per fermare questa strage. Non possiamo rimanere indifferenti di fronte all’uso di mezzi di distruzione di massa”.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.