“I giovani e la fede”, consiglio presbiteriale in vista del sinodo dedicato ai ragazzi

Si è riunito ieri, giovedì 6 marzo 2017, nella Sala degli Affreschi del Palazzo Vescovile di Piacenza, il Consiglio Presbiterale Diocesano

Più informazioni su

Riunione del Consiglio Presbiterale Diocesano 6 aprile 2017

Si è riunito questa mattina, giovedì 6 marzo 2017, nella Sala degli Affreschi del Palazzo Vescovile di Piacenza, il Consiglio Presbiterale Diocesano. Ha presieduto la seduta il vescovo mons. Gianni Ambrosio; ha svolto le funzioni di segretario don Celso Dosi ed ha coordinato i lavori don Stefano Segalini.

Ha aperto i lavori il Vescovo introducendo il tema principale dell’assemblea odierna, cioè il documento preparatorio del prossimo Sinodo che tratterà della realtà giovanile.

Mons. Ambrosio ha invitato tutti i presenti a considerare lo stile di lavoro “sinodale” proposto da papa Francesco nel documento Evangelii Gaudium e nelle schede pastorali della nostra diocesi, in cui viene particolarmente evidenziato l’operare “non da soli”, bensì il cercare di lavorare in comunione.

Il primo tema all’ordine del giorno è stata la presentazione da parte di don Paolo Cignatta del documento sul prossimo Sinodo dei Giovani denominato: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. E’ stata fatta un’articolata presentazione del testo evidenziando in particolare i tre punti fondamentali: “I giovani nel mondo d’oggi”, “Fede, discernimento, vocazione”, “Azione pastorale”.

Oltre a questa introduzione don Cignatta ha presentato il questionario (unito al documento citato) che è stato inviato a tutti i vescovi al fine di raccogliere dati che saranno poi fatti oggetto di studio dai parte dei padri sinodali, durante il Sinodo che si terrà nell’ottobre del 2018. A queste domande sarà chiamata a rispondere un’apposita Consulta diocesana di pastorale giovanile (che sarà costituita nelle prossime settimane).

Sempre sul tema della pastorale giovanile don Cignatta ha evidenziato l’importanza di saper ascoltare tutti i giovani e non solo coloro che sono impegnati nella realtà ecclesiale ma, grazie anche ai numerosi mezzi di comunicazione sociale, occorre attivare una serie di contatti per “intercettare” i bisogni, le domande i vissuti di tutta la realtà giovanile.

Dopo l’intervento di don Cignatta si è aperto un intenso confronto fra tutti i consiglieri, in cui è stato evidenziato il bisogno di un maggiore coordinamento di tutte le iniziative della pastorale giovanile, raccogliendo le energie di tanti che si occupano di questo settore: parrocchie, associazioni, movimenti, preti, religiosi, animatori, nonché i giovani stessi.

Dopo l’esposizione di don Cignatta è intervenuto il Vicario Generale, mons. Luigi Chiesa che ha informato i presenti sulle iniziative del periodo post pasquale, in particolare la preparazione del Convegno Pastorale Diocesano che si terrà il 09 e 10 giugno.

Infine, una breve comunicazione da parte di don Celso Dosi, segretario del Consiglio Presbiterale, in merito alle procedure da attivare per il rinnovo del consiglio stesso in quanto è giunto alla sua naturale scadenza (durata quinquennale); le elezioni porteranno alla costituzione di un nuovo consiglio che prenderà vita nel prossimo mese di giugno.

Prima della conclusione il Vescovo, riprendendo i temi principali del sinodo sui giovani, ha evidenziato l’importanza di cogliere le sfide di questo momento come un’occasione per rinnovare l’impegno e la presenza della comunità cristiana accanto ai giovani, favorendo incontri per ascoltarli e camminando accanto a loro secondo lo stile tracciato da papa Francesco.

Il prossimo incontro di terrà l’11 maggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.