PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il premio Nobel Trimble agli studenti “Sempre lottare per la pace” foto

Il premio Nobel per la pace del 1998, Lord David Trimble, ex leader dell'Ulster Unionist Party e premier dell'Irlanda del Nord, in questi giorni a Piacenza per una serie di iniziative del Segretariato mondiale dei premi Nobel, ha incontrato in Sant’Ilario gli studenti piacentini di alcuni istituti superiori.

Più informazioni su

Il premio Nobel per la pace del 1998, Lord David Trimble, ex leader dell’Ulster Unionist Party e premier dell’Irlanda del Nord, in questi giorni a Piacenza per una serie di iniziative del Segretariato mondiale dei premi Nobel, ha incontrato in Sant’Ilario gli studenti piacentini di alcuni istituti superiori.
 
L’incontro è stato l’occasione per raccontare ai ragazzi la storia dell’Istituzione del premio Nobel per la Pace, il più “politico” dei premi che, con la sua eredità, volle istituire Alfred Nobel nel 1896. Il primo a vincerlo fu nel 1901 il fondatore della Croce Rossa, Jean Herny Dunant. Dopo di lui, tanti personaggi simbolo della lotta a ogni tipo di conflitto: Madre Teresa, Martin Luther King, Mandela – solo per citarne alcuni.
 
Il premio Nobel per la pace 1998 fu assegnato ai nordirlandesi John Hume, cattolico, e David Trimble, protestante, per il loro impegno nell’accordo di pace per il Nord Irlanda e per il loro sforzo nel trovare una soluzione politica a un conflitto che appariva irrisolvibile.
 
Da qualche tempo Piacenza è sede del Segretariato mondiale dei premi Nobel per la Pace, presieduto da Ekaterina Zagladin, figlia di Vadim Zagladin, che fu il primo consigliere politico di Mikail Gorbaciov. Del Segretariato è vicepresidente e tesoriere il commercialista piacentino Marzio Dallagiovanna, presidente della Fondazione Gorbaciov Italia.
 
Nell’occasione, il premio Nobel – intervistato dai ragazzi di Gioia Web Radio – ha ribadito il suo appoggio alla Brexit ed espresso opinioni non particolarmente ottimiste sulla situazione internazionale: “Difficile” – ha affermato – “poter credere in una pace duratura, perché troppi e di vaste proporzioni sono i conflitti in atto. Ma non per questo dobbiamo smettere di lavorare per andare in direzione della pace nel mondo”.
 
Quello di questa mattina è stato uno degli ultimi impegni di Lord Trimble, dopo alcune intense giornate di lavoro nell’ambito dei lavori per il Summit per la Pace 2018, che si svolgerà probabilmente in Costa Rica: tre le proposte, Francia, Kuwait e, appunto, Costa Rica. La decisione è stata presa proprio durante i lavori piacentini del Segretariato.
 
Una quindicina di delegazioni straniere legate ai premi Nobel per la Pace, in tutto una trentina di addetti ai lavori – provenienti da Liberia, Yemen, Irlanda del Nord, Stati Uniti, Sud Africa, Kuwait, Francia e Colombia – hanno avuto anche l’occasione di visitare diversi monumenti cittadini, compresa la mostra del Guercino e una trasferta all’Abbazia di San Colombano, verso la quale l’irlandese Lord Trimble ha manifestato un particolare interesse, in virtù dei legami storici tra la città di Bobbio e la terra d’Irlanda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.