Instagramers, a Palazzo Costa tornano le Invasioni Digitali

Un gruppo di venti fortunati Instagramers piacentini invaderà – pacificamente – la Galleria, il Salone d’onore di proprietà dell'Unione Provinciale Artigiani e le sale museali di Palazzo Costa, di proprietà della Fondazione Horak, armato di smartphone e macchine fotografiche

Sabato 6 maggio 2017 alle ore 17 tornano a Piacenza le Invasioni Digitali: un gruppo di venti fortunati Instagramers piacentini invaderà – pacificamente – la Galleria, il Salone d’onore di proprietà di U.P.A. – Unione Provinciale Artigiani e le sale museali di Palazzo Costa, di proprietà della Fondazione Horak, armato di smartphone e macchine fotografiche.

Si tratta della terza Invasione Digitale a Piacenza, dopo quella del 2015 ai Musei Civici di Palazzo Farnese e quella dell’aprile 2016 al Collegio e alla Galleria Alberoni: lo spirito della manifestazione, che è nazionale e internazionale, è quello della riscoperta dei territori e del locale attraverso le potenzialità di Internet e dei social media in particolare.

La visita guidata riservata agli Instagramers, sarà totalmente gratuita e condurrà alla scoperta del palazzo situato a Piacenza in Via Roma n.80 che venne commissionato dalla famiglia Costa nell’ultimo quarto del XVII secolo.

I Costa, fiorenti mercanti di tessuti e poi banchieri di origine genovese, furono fra le famiglie piacentine di maggior rilievo tra il Seicento e l’Ottocento. La facciata del palazzo, con grande timpano centrale che mette in scena lo stemma Costa, è una raffinatissima opera rococò da collocarsi intorno alla metà del Settecento.

L’impianto del fabbricato è costituito dal consueto schema ad U e l’accesso al giardino, un tempo all’italiana ed oggi all’inglese, è delimitato da una scenografica balaustra in granito sulla quale sono collocate statue rappresentanti le Stagioni.

Due sono gli accessi ai piani superiori: all’avanzato Settecento risale la scala con gradini di granito a sbalzo su pianta semiellittica, posta nell’ala sinistra del palazzo e che conduce ai piani residenziali, sulla destra è invece collocato il monumentale scalone d’onore, opera attribuita a Ferdinando Galli Bibiena, che conduce al piano nobile.

Lo scalone d’onore immette nella lunga Galleria Bibiena sulle pareti della quale sono esposte 76 grandi incisioni di architetture bibienesche, dalla quale si accede al celebre salone riccamente decorato da Ferdinando Galli Bibiena, oggi di proprietà dell’U.P.A. – Unione Provinciale Artigiani.

Altre sale del primo piano appartengono alla Fondazione Horak che vi ha allestito un museo ambientale dove sono esposti importanti dipinti, varie sculture di epoche diverse e sontuosi arredi d’epoca. Una sala museale è dedicata ai dipinti e alle incisioni di Salvator Rosa e costituisce uno dei nuclei di maggior rilievo in Italia per le opere del grande maestro napoletano.

I partecipanti saranno chiamati a fotografare, twittare, postare sui social network in tempo reale immagini, particolari, impressioni sulla visita, raccontando la propria esperienza legata alla visita a Palazzo Costa, utilizzando gli «hashtag» ufficiali #invasionidigitali, #igerspiacenza e #palazzocostapiacenza.

Le foto verranno poi raccolte in un album che verrà pubblicato sulla pagina ufficiale di Igers Piacenza. Qui il link per l’iscrizione: http://bit.ly/InvasioneDigitalePalazzoCostaPiacenza
 
INSTAGRAMERS PIACENZALa community piacentina degli Instagramers è gestita da Roberta Abbatangelo e Ambra Visconti, che con entusiasmo portano avanti la mission che è quella comune a tutti gli Instagramers, cioè valorizzare le bellezze paesaggistiche e architettoniche italiane. Dal 1° settembre 2014 Roberta e Ambra hanno infatti rilanciato l’account @igerspiacenza, collettore delle più belle immagini di Piacenza e provincia. Ad oggi le foto con hashtag #igerspiacenza sono circa 52.000 e gli affiliati più di 7.000.
 
LE INVASIONI DIGITALIL’evento, nato nel 2013, è arrivato alla sua 5^ edizione e quest’anno si svolgerà dal 21 aprile al 7 maggio. L’idea di fondo è quella di promuovere l’immenso patrimonio culturale italiano attraverso internet ed in particolare i social media. Le Invasioni Digitali rappresentano un modo per diffondere in maniera “virale” le immagini dei nostri musei e dei luoghi d’arte e di cultura.

Sostanzialmente sono delle visite guidate caratterizzate dal fatto che i partecipanti sono invitati a scattare fotografie e girare dei video dell’evento per poi condividerle sui social media. È una nuova idea di fruizione dei musei e dei luoghi d’arte e di cultura in genere, molto in voga soprattutto all’estero, in grado di aumentare il senso di appartenenza da parte dei visitatori. Non solo, la condivisione attraverso i social media è in grado di avvicinare alla cultura il pubblico giovanile che si informa prevalentemente attraverso internet.

Per info: igerspiacenza@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.