Quantcast

L’ex Laboratorio Pontieri apre le porte: volontari in azione LE FOTO foto

L' 8 e il 9 aprile saranno aperte le porte ai cittadini per favorirne una consapevole riappropriazione, permettendo ai visitatori di osservare gli spazi restituiti alla città di Piacenza

Più informazioni su

Open Days all’ex Laboratorio Pontieri di Piacenza: sabato 8 e domenica 9 aprile verranno aperti al pubblico gli edifici militari dismessi dalla Difesa. 

L’assessore comunale alla Pianificazione e Rigenerazione Urbana Silvio Bisotti ha illustratio il programma dettagliato durante una visita guidata in lungo il percorso che in questi giorni è oggetto di sistemazione, ripulitura e messa in sicurezza grazie a decine di volontari (nelle foto), alcuni dei quali saranno al lavoro anche nell’occasione.

Tra loro privati cittadini, studenti, componenti del Gruppo locale Urbact e diverse associazioni, nonché una ventina di persone rifugiate e richiedenti asilo coordinate dalla coop L’Ippogrifo e Asp Città di Piacenza, oltre ad alcuni ospiti della casa di accoglienza Segadelli.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto europeo Maps di cui il Comune di Piacenza è capofila.
 
Due gli ingressi che saranno aperti per accedere all’area in occasione degli Open Days – da via Maculani e da largo Brigata Piacenza – e quattro i punti da cui partiranno, ogni 15 minuti, le visite guidate.

Un quinto itinerario, più breve, sarà riservato alle persone con mobilità ridotta, nonchè alle famiglie con passeggini. 

L’area sarà visitabile liberamente dalle 9 alle 19, lungo un percorso messo in sicurezza e presidiato. L’accesso ad alcuni edifici sarà possibile unicamente in piccoli gruppi accompagnati.

A tutti coloro che entreranno verrà chiesto di lasciare le proprie riflessioni, idee e suggerimenti compilando un breve questionario, che sarà disponibile anche on line, sul portale PiacenzaPartecipa, nei giorni successivi all’iniziativa. Il materiale raccolto durante gli Open Days sarà oggetto di riflessione e approfondimento, tuttavia, già durante il laboratorio domenicale del Gruppo Locale URBACT.

Nelle foto di Carlo Pagani, il sopralluogo con l’assessore Bisotti e alcuni volontari nella mattinata di sabato al lavoro per ripulire e sistemare il percorso di visita e i padiglioni.

Ecco il programma completo: L’ex Laboratorio Pontieri in cerca di una nuova identità

OPEN DAYS
sabato 8 e domenica 9 aprile – dalle 9 alle 19
Ingressi da via Maculani e da largo Brigata Piacenza

ALLA SCOPERTA DEL LUOGO
VISITE GUIDATE CON PARTENZA OGNI 15 MINUTI (durata: 50 minuti)
PERCORSI DEDICATI A CITTADINI CON MOBILITA’ RIDOTTA E PASSEGGINI:
OGNI ORA, DALLE 9.10 ALLE 18.10 – ingresso da Largo Brigata Piacenza

GLI EVENTI IN PROGRAMMA

Sabato 8 aprile, ore 11
A “lezione” di decoro urbano
Tutti potranno partecipare all’incontro che la Polizia Municipale terrà “sul campo” con la classe 3° scientifico del liceo Gioia, nell’ambito del progetto educativo sul decoro urbano che coinvolge gli studenti.

Sabato 8 aprile, ore 15
La rigenerazione delle aree dismesse
Tavola rotonda sul tema della rigenerazione urbana: ne discuteranno l’Amministrazione comunale, l’Agenzia del Demanio, la Provincia, il Ministero della Difesa, il lead expert del progetto MAPS di cui Piacenza è capofila e Anci, referente nazionale del programma europeo URBACT.

Domenica 9 aprile, ore 16
Un laboratorio nel Laboratorio
Il Gruppo locale URBACT – associazioni, cittadini e tecnici – racconterà la propria adesione al progetto MAPS ed esaminerà le proposte dei cittadini sul futuro dell’ex Laboratorio Pontieri.

Cos’è MAPS? – MAPS – acronimo di Military Areas as Public Spaces, ovvero “aree militari come spazi pubblici” – è il nome del progetto internazionale di cui Piacenza è capofila, sostenuto dal programma europeo URBACT per lo sviluppo di politiche urbane improntate alla sostenibilità.

Una vera e propria scuola di partecipazione, volta a promuovere il coinvolgimento delle comunità locali nella rigenerazione del territorio, nella prevenzione del degrado e nello sviluppo di attività innovative che favoriscano la crescita economica e sociale.

Fondamentale la diffusione di buone pratiche, attraverso la costituzione di network tra città che presentano, in un dato ambito, caratteristiche affini e problemi comuni da affrontare. Piacenza ha individuato come prioritaria la riqualificazione delle aree militari non più funzionali alla Difesa, formando una rete con altre 8 città: Varazdin, Cartagena, Szombathely, Telsiai, Serres, Koblenz, Espinho, Longford.

Un percorso avviato nel settembre 2015 con i primi tre “compagni di viaggio”, estendendo la collaborazione nel febbraio 2016 alle altre cinque municipalità.

Questo cammino coinvolge attivamente, in ogni città, il Gruppo locale URBACT (Ulg), che a Piacenza si riunisce regolarmente ogni due settimane: il giovedì, in genere dalle 18 alle 20, presso le aule studio del Collegio Morigi in via Taverna 37.

Gli incontri sono aperti a tutti i cittadini, al tessuto associativo e scolastico, agli ordini professionali e alle categorie economiche. Vorresti partecipare o saperne di più? Puoi scrivere a progettomapspc@gmail.com, seguire l’evolversi del progetto sul sito www.urbact.eu/maps, nonché gli aggiornamenti sulle pagine www.facebook.com/URBACTMaps/ e https://twitter.com/URBACT_MAPS , o scoprire i nostri video sul canale https://www.youtube.com/channel/UC2tuAOqA9iHL7OqAPHMUKGw.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.