Mostra “Religo”, domenica doppio appuntamento all’Alberoni

Visita guidata speciale alla scoperta delle antiche croci e crocifissi delle collezioni alberoniane e alle croci di colore di Giancarlo Bargoni (ore 16) e, a seguire (17.30), una meditazione teologica di Padre Erminio Antonello sul Mistero della Croce

Più informazioni su

Un doppio appuntamento, in programma nel pomeriggio di domenica prossima 9 aprile, costituisce il sesto ed ultimo evento collaterale alla mostra “Religo”: al Collegio Alberoni una visita guidata speciale alla scoperta delle antiche croci e crocifissi delle collezioni alberoniane e alle croci di colore di Giancarlo Bargoni (ore 16) e, a seguire (17.30), una meditazione teologica di Padre Erminio Antonello sul Mistero della Croce.

Al cospetto delle Croci di Giancarlo Bargoni la riflessione del teologo e Superiore del Collegio Alberoni tenterà di entrare dentro al “problema dei problemi”, quello della sofferenza e del dolore. Ogni esistenza umana è più o meno segnata da “croci”.

Anche l’esistenza umana di Gesù ha trovato il suo epilogo sul Calvario. Che senso ha tutto questo? E’ qualcosa di ineluttabile da sopportare oppure vi è un rimando ad significato invisibile che ha bisogno di venire alla luce?

La visita guidata dedicata ai Crocifissi replica quella tenutasi il 12 marzo, ma presenterà al pubblico un Crocifisso della collezione alberoniana, raramente mostrato ai visitatori, opera di Giacomo Manzù (1908-1991) e donato al Collegio Alberoni dal cardinale Antonio Samorè.

Giacomo Manzù è stato uno dei più importanti scultori del Novecento. Pur legato all’impressionismo di M. Rosso, assorbì i valori della scultura antica e trasfuse nell’arte un’alta ispirazione religiosa e civile.

Una domenica tra arte e riflessione al cospetto di un simbolo, la Croce, così frequentemente raffigurato nella storia dell’arte, denso di significati ed elemento centrale della mostra Religo che ha ospitato la Croce di Lampedusa ed espone, nella Sala degli Arazzi, in un allestimento suggestivo, 14 grandi croci di colore di Giancarlo Bargoni, e presenta ora, sempre nella Sala degli Arazzi, una più piccola Croce di Lampedusa, donata al Collegio Alberoni da Arnoldo Mosca Mondadori.

Quest’ultima è un piccolo oggetto, testimone significativo dell’attuale delicata epoca storica, che avvicina la Galleria Alberoni al British Museum; la celebre Istituzione infatti, a fine 2015, ha voluto acquisire per le sue collezioni, una piccola croce di Lampedusa delle stesse dimensioni di quella ora alberoniana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.