“Una casa di colori”, concorso di Acer per gli alunni delle scuole 

In premio, per la scuola, la fornitura di materiale da disegno per il prossimo anno scolastico

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Acer Piacenza sul progetto “Una casa di colori” , concorso di disegno per gli alunni delle scuole.

La nota stampa – Acer, ancora una volta, si rivolge ai più piccoli, con un mini corso di due ore di lezione – il progetto pilota alle Primarie di Borgonovo –  tenuto dall’architetto Lucilla Meneghelli, consigliere d’amministrazione dell’Ente.

“Una casa di colori” è il tema del progetto che prevede, al termine della lezione sui colori caldi, freddi e neutri, l’istituzione di un concorso a disegni per gli alunni, chiamati a rappresentare su un foglio il proprio colore preferito e il suo significato.

In premio, per la scuola, la fornitura di materiale da disegno per il prossimo anno scolastico. I circa sessanta piccoli inquilini delle tre classi quarte hanno partecipato attivamente alla lezione (scaricabile sul sito di Acer), dimostrando di avere carattere nelle decisioni di famiglia, soprattutto se si tratta del proprio ambiente di gioco o di riposo: «Io ho la camera viola e il letto verde»; «Mi piacerebbe la stanza rossa, secondo lei va bene?»; «Io ho la macchina rossa, in casa è tutto bianco».

Un colore, un’emozione, uno stato d’animo: « Non è un caso che Acer tratti l’argomento “colore”. Sempre più spesso, infatti, gli alloggi consegnati rigorosamente bianchi agli inquilini, vengono restituiti con colori dalle tinte accese e decise: dal blu al viola e al rosso, rendendo particolarmente difficile il lavoro degli imbianchini chiamati a ripristinare il colore d’origine.

La scelta del colore per le pareti di casa – sottolinea Lucilla Meneghelli – influenza il nostro modo di abitare e il nostro stato d’animo. Il rosso, ad esempio, innalza la frequenza del battito cardiaco e può provocare emicrania; l’azzurro e il verde donano senso di tranquillità e facilitano il sonno; l’arancione e il giallo stimolano energia e, proprio per questo, dovrebbero essere utlizzati per lo più negli ambienti da giorno».

Entro quindici giorni, gli alunni restituiranno sotto forma di disegno l’apprendimento della lezione, rappresentando il colore preferito inserito nel contesto della propria casa. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.