Quantcast

Val Nure e Borla, nel week end doppia escursione sull’appennino

Domenica 30 aprile Four Seasons Emilia Romagna, organizza una giornata all’insegna del Trekking alla scoperta di una delle zone più suggestive del nostro appennino

Più informazioni su

Doppia escursione nel week end sull’appennino piacentino.

Domenica 30 aprile Four Seasons Emilia Romagna, organizza una giornata all’insegna del Trekking alla scoperta di una delle zone più suggestive del nostro appennino.

La guida AIGAE Andrea Anelli condurrà attraverso una selvaggia faggeta, tappezzata delle variopinte fioriture di primule, campanellini e anemoni fino ad arrivare alla sommità del Monte Pennula o detto anche La Penna.

Testimonianze di antichi insediamenti umani e muretti a secco faranno da cornice durante la discesa. Dal fondovalle si attraverseranno i piccoli pittoreschi centri di Costa, Forlini e Cordani, di origine antecedente al Medioevo e con l’impressione che il tempo si sia fermato.

Il tutto con la vista dell’imponente parete calcareo-marnosa settentrionale del Monte La Penna, dominata a quote inferiori da fitte foreste di querce e carpini solcate da numerosi limpidi torrenti e da effimeri corsi d’acqua.
 
Si tratta di una Escursione di media difficoltà, adatta anche alle famiglie, con un dislivello totale di 530 mt su un percorso di 9 km. Per info: http://www.viagginaturaecultura.it/scheda.php?id=1398
 
Lunedì 1 maggio è invece in programma una giornata di trekking in Val Borla. La Guida AIGAE Davide Galli condurrà lungo un percorso ad anello in un’area semisconosciuta non antropizzata, pur essendo a poca distanza dalla pianura Padana e dalla prima fascia dei Colli Piacentini, con peculiarità naturali, geologiche e storiche.

Alla ricerca dei resti della misteriosa e nascosta ex chiesa di Borla, nel solco delle leggende che la circondano, così come i fittissimi boschi che la nascondono. Nel contesto di una delle prime valli ripopolate dai Longobardi nella creazione della rete dei monasteri dell’allora chiamata Val di Tolla.

Natura esplosiva e in continua variazione, percorrendo zone di crinale ma anche sentieri di fondovalli con relativa vegetazione delle zone umide. Geologia e forma del paesaggio da manuale, con sezioni visibili a poca distanza di diversi Flysch di “Monte Cassio” dal tipico colore ocraceo alternate a bancate chiare.
 
Si tratta di una escursione di media difficoltà, con un dislivello totale di 400 mt su un percorso di 12 km. Per info: http://www.viagginaturaecultura.it/scheda.php?id=1440
 
Per gli interessati, info e prenotazioni (obbligatoria) a:
segreteria.emiliaromagna@fsnc.it
Tel 338 3745332

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.