A Castellarquato il Moto Club Polizia di Stato ricorda Livio Scotti

L’evento si svolgerà domenica 28 maggio con una celebrazione eucaristica alle ore 11presso la Collegiata S. Maria Assunta e il pranzo al ristorante “La Castellana”

Più informazioni su

La delegazione di Piacenza del Moto Club Polizia di Stato ricorda Livio Scotti, Guardia ausiliaria in servizio presso la Polizia Stradale di Piacenza caduto in servizio il 24 Maggio 1947 a Castell’Arquato.

L’evento si svolgerà domenica 28 maggio 2017 proprio a Castell’Arquato, con il patrocinio del Comune, con la celebrazione eucaristica alle ore 11 presso la Collegiata S. Maria Assunta e il pranzo al ristorante “La Castellana”.

LIVIO SCOTTI Guardia Ausiliaria di Pubblica Sicurezza in servizio presso la Polizia Stradale di Piacenza, deceduto in Servizio il 24 Maggio 1947 all’età di 23 Anni. E’ morto nei pressi di Castell’Arquato (PC), in un incidente stradale avvenuto durante un servizio di perlustrazione a bordo di una motocicletta, quando veniva a collisione con un’autovettura.

Livio era nato a Golese (PR) il 9 dicembre 1924 e durante il periodo bellico, dal 1° Luglio del 1942, aveva prestato servizio nella Regia Marina a La Spezia, sino all’armistizio dell’8 settembre 1943. Dal 1° ottobre del 1944 alla smobilitazione del 28 aprile 1945, ha fatto parte dell’Esercito Italiano di Liberazione, nelle fila della 141^ Brigata della Divisione Val d’Arda.

Alla fine del 1945 Livio inoltrava domanda per entrare a far parte del Corpo delle Guardie di P.S. – l’attuale Polizia di Stato, che allora rivestiva ancora lo status militare – partecipando all’arruolamento riservato agli ex partigiani combattenti nella guerra di liberazione.

Il 1° febbraio 1946 Livio entrava a far parte delle fila del Corpo delle Guardie di P.S. e veniva destinato a prestare servizio presso la locale Compagnia Guardie di P.S. della Questura. Nel 1947 viene istituita – a livello nazionale – la Polizia Stradale, allora non specialità “autonoma”, ma incardinata nell’ambito della Questura, e Livio viene assegnato al nuovo settore.

Il 24 maggio 1947, con turno pomeridiano 13:30–18:30, insieme ad altri due poliziotti, Livio viene impegnato in un servizio di vigilanza stradale in motocicletta, lungo la provinciale che porta a Lugagnano. Livio, in sella ad una moto Triumph targata Polizia 5488, assume il comando della pattuglia e la prima posizione nella fila delle tre motociclette in servizio.

Verso le ore 15:30, mentre i tre motociclisti rientravano da Lugagnano verso Piacenza, giunti a circa due chilometri da Castell’Arquato avevano la strada sbarrata da una vettura Alfa Romeo 1750 Sport targata PC 11202 che, improvvisamente, svoltava a destra, tagliando la strada alla moto di Livio che la seguiva di alcuni metri.

Egli, colto alla sprovvista, non riusciva ad evitare l’ostacolo e, dopo aver urtato l’auto all’altezza del parafango anteriore destro, cadeva violentemente a terra sbattendo il capo contro un palo del telegrafo.

Il casco che indossava non bastò a proteggerlo e, a causa delle gravissime ferite al capo, decedeva dopo circa due ore presso l’Ospedale di Fiorenzuola d’Arda. Livio non aveva ancora 23 anni e mezzo…

Nonostante il parere favorevole acquisito da diverse istituzioni circa il riconoscimento del decesso come dipendente da causa di servizio, alla Memoria di Livio non esiste alcun tributo: non una croce, una lapide, una medaglia o un ringraziamento alla famiglia. Quello che stiamo facendo è solo perché la Sua Memoria non cada nell’oblio…

A cura di: Moto Club Polizia di Stato – Delegazione di Piacenza

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.