PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Accordi e Disaccordi per l’arrivederci alla prossima stagione del Milestone

Il trio è una giovane e felice realtà italiana, nata nel 2012 a Torino da un’idea di Alessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi, che hanno preso spunto dal titolo di un film di Woody Allen e da alcune delle sue più recenti colonne sonore

Più informazioni su

Al Milestone di via Emilia Parmense 27, sabato 13 maggio 2017 ritorna a grande richiesta il gipsy jazz con Accordi e Disaccordi. Loro sono Alessandro Di Virgilio alla chitarra solista, Dario Berlucchi alla chitarra ritmica ed Elia Lasorsa al contrabbasso.

Il locale aprirà alle ore 21; l’ingresso è gratuito, ma rivolto ai soci Piacenza Jazz Club e Anspi. La tessera, valida anche per la prossima stagione, fino al 31 dicembre, è sottoscrivibile all’ingresso e ha un costo di € 20 (€ 6 per gli Under 30).

Con le sue atmosfere gitane e tanta musica anni Trenta, il trio è una giovane e felice realtà italiana, nata nel 2012 a Torino da un’idea di Alessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi, che hanno preso spunto dal titolo di un film di Woody Allen e da alcune delle sue più recenti colonne sonore.

Il gruppo si sta distinguendo nel nutrito panorama del Gipsy-Jazz ed è molto attivo, con più di 400 concerti in soli quattro anni, oltre a una residenza concertistica allo scorso Umbria Jazz, riconfermata anche per il prossimo luglio nella città di Perugia in occasione del più grande festival jazz italiano.

Nel corso della serata al Milestone, il trio riproporrà una carrellata di arrangiamenti in stile “hot jazz”. Non mancheranno anche alcuni inediti, intervallati a canzoni di successo anche pop, riproposte in stile manouche e arrangiate secondo una personalissima interpretazione, che loro stessi amano definire “Hot Italian Swing”.

La loro peculiarità è proprio la capacità di riuscire a reinterpretare anche brani contemporanei in una nuova veste musicale, riportando l’ascoltatore a sonorità tipiche degli anni Venti e Trenta. Dalla loro collaborazione sono nati tre album, “Bouncing Vibes” del 2013, “Swing Avenue” del 2015 e “Live Tracks” del 2016, una sorta di diario di dodici mesi di incontri, amicizie e collaborazioni con altri grandi musicisti italiani e internazionali, riassunti in dieci brani, registrati in due differenti studio. In questi tre lavori si trova il miglior resoconto del loro repertorio e della loro inedita produzione.

A completare la “festa” di fine stagione, un piccolo buffet offerto dall’Associazione Piacenza Jazz Club a tutti gli intervenuti alla serata, che sarà l’occasione per un arrivederci alla prossima stagione (inizio previsto per il 7 ottobre) o, ancor prima, per “Summertime in Jazz”, i concerti estivi in programma nel mese di luglio nelle valli dell’Arda e del Trebbia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.