PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castello, in casa mezzo chilo di droga. Pensionato in manette foto

Decine di clienti giornalieri, anche minorenni e oltre mezzo chilo di droga nella sua abitazione di Castel San Giovanni (Piacenza), considerata dai carabinieri una delle "centrali" di vendita di hashish e marijuana del paese della Valtidone. 

Decine di clienti giornalieri, anche minorenni e oltre mezzo chilo di droga nella sua abitazione di Castel San Giovanni (Piacenza), considerata dai carabinieri una delle “centrali” di vendita di hashish e marijuana del paese della Valtidone.

In manette per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio è finito un 68enne italiano, la cui attività illecita è stata intercettata nei giorni scorsi dai carabinieri.

Le indagini sono scattate in seguito ad alcune segnalazioni dei cittadini, che avevano notato degli andirivieni sospetti vicino al domicilio dell’uomo.

I militari hanno quindi dato il via ad una serie di appostamenti mirati, con i quali hanno appurato un costante andirivieni, soprattutto di giovani, vicino all’abitazione del 68enne.

Nel tardo pomeriggio del 5 maggio sono entrati in azione, dopo aver assistito in diretta ad uno scambio tra l’anziano e un acquirente (FOTO).

Quest’ultimo, un 25enne residente a Castello trovato con 2,5 grammi di “erba”, è stato segnalato come assuntore. Addosso al pensionato hanno trovato alcuni grammi di marijuana e di hashish che li hanno spinti ad estendere il controllo al suo appartamento.

Qui hanno rinvenuto, divisi in buste nascoste in diversi angoli della casa (come dentro al forno o dietro la lavatrice) 145 grammi di marijuana e 412 grammi di hashish, oltre a 450 euro in banconote di vario taglio, ritenute provento della vendita di droga.

Insieme ai “panetti” e all’erba hanno sequestrato del materiale di confezionamento, un bilancino di precisione , un grinder e due coltelli, di cui uno detenuto sull’auto del pensionato (FOTO).

Visto l’ingente quantitativo sequestrato il 68enne è stato tratto in arresto per spaccio e porto di oggetti atti all’offesa. Oggi è comparso in tribunale dove ha richiesto i termini a difesa e il processo è stato rinviato al prossimo 9 maggio.

Nel frattempo per 68enne, al quale è stato contestato anche lo spaccio nei confronti dei minori, è stata disposta una misura cautelare in carcere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.