PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornata speciali per i ragazzi dei centri educativi di Piacenza foto

Prima di Pasqua, il 14 aprile, i Centri Educativi di Piacenza hanno coinvolto 250 ragazzi, tra elementari medie e superiori, portandoli in Toscana, a Marina di Vecchiano

Più informazioni su

Prima di Pasqua, il 14 aprile, i Centri Educativi di Piacenza hanno coinvolto 250 ragazzi, tra elementari medie e superiori, portandoli in Toscana, precisamente a Marina di Vecchiano, dove ad attenderli, oltre ad una spiaggia infinita, c’erano i volontari del WWF dell’Alta Toscana, il Sindaco di Marina di Vecchiano Massimiliano Angori, il Vicesindaco Lorenzo Del Zoppo e l’assessore Mina Canari.

Un’accoglienza d’onore quindi per i giovani piacentini. Il Sindaco e la sua giunta hanno creato una riserva che può essere fruita da tutti, a fini sociali, purché venga rispettato il proprio habitat. L’arenile è libero: non è stato occupato per scelta da stabilimenti balneari e si è conservato naturale con le sue dune e la vegetazione pioniera.

“La scelta delle cooperative Casa del Fanciullo, Eureka ed Oltre di organizzare questa giornata – spiegano i promotori – nasce per favorire nei ragazzi lo sviluppo di una coscienza ambientale, permettere loro di conoscere l’autentico paesaggio marino e stili di vita diversi”.

Per queste ragioni l’assessore Stefano Cugini ha ringraziato personalmente l’amministrazione di Vecchiano “per l’attenzione verso i ragazzi piacentini”, complimentandosi “per le scelte in tema ambientale”.

L’iniziativa è stata possibile grazie al grande lavoro svolto dai volontari del WWF dell’Alta Toscana, che hanno diviso i ragazzi in gruppi proponendo diverse attività e la visita dell’area, insegnando l’importanza di seguire i percorsi autorizzati, di non lasciare oggetti e rifiuti, ma anche di raccogliere quelli portati dal mare e dal fiume.

E’ convinzione di tutte le Cooperative promotrici dell’iniziativa che “l’apprendimento esperienziale costituisca un modello di apprendimento importante, e l’azione e la sperimentazione di situazioni portino i ragazzi a mettere in campo risorse e competenze spesso sconosciute anche a loro stessi”.

Nel corso del viaggio gli educatori hanno raccolto anche alcuni dati tra i ragazzi, scoprendo come il 40% di loro non fosse mai stato al mare e solo il 13% conoscesse il WWF: “Dati che fanno riflettere – sottolineano – ma che motivano gli educatori a sviluppare progetti di questo tipo”.

Non ultimo, in ordine di importanza, l’esempio di partecipazione attiva dei cittadini di Vecchiano e dei volontari del WWF: il Presidente, Marcello Marinelli, coadiuvato da Roberto dell’Orso, Guido Nassi, Cinzia Bertuccelli, Letizia Andreini, Samantha Benucci, Avio Bertilotti e Lavinia Stanila tutti dell’associazione Alta Toscana.

“Spesso – concludono gli organizzatori – è difficile comprendere il valore del lavoro svolto all’interno dei Centri Educativi. Lavorare sulla prevenzione del disagio non è di facile visibilità, ma fondamentale per la costruzione di una società civile ed equa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.