PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lavori ponte sul Trebbia, a un mese dal via cambia l’aggiudicatario

L'affidamento in via provvisoria alla prima Ati è stato quindi revocato perché, durante i controlli previsti dalla normativa, sono emerse delle incongruenze relativamente ai costi previsti per la manodopera

Più informazioni su

Lavori di ristrutturazione del ponte sul Trebbia, la Provincia di Piacenza ha aggiudicato l’incarico in via definitiva al secondo classificato della gara di appalto.

L’affidamento in via provvisoria alla prima Ati (associazione temporanea di imprese) è stato quindi revocato perché, durante i controlli previsti dalla normativa, sono emerse delle incongruenze relativamente ai costi previsti per la manodopera.

“L’importo previsto infatti è risultato essere incongruente rispetto ai tempi ristretti di realizzazione previsti” dice il vice presidente della Provincia Patrizia Calza. I lavori, destinati ad iniziare il 31 maggio, sono stati quindi affidati a TMG scavi srl e a CDF costruzioni srl

La notizia è stata data durante l’ultima riunione del tavolo tecnico cui hanno partecipato i sindaci dei Comuni coinvolti, i tecnici della Provincia, i referenti di Tempi Agenzia e Seta, 118, polizia Bassa Valtrebbia e Valluretta.

Con l’avvicinarsi della data prevista di avvio dei lavori è stato fatto il punto su quanto serve per informare al massimo la cittadinanza e contenere al minimo i disagi.

Per evidenziare i percorsi alternativi, saranno posizionati cartelli ad hoc e alcuni tratti di strada saranno vietati al traffico pesante. Sarà inoltre incentivato il supporto su strada della polizia locale, coinvolgendo la polizia della Bassa Valtrebbia e Valluretta e la polizia provinciale. 

Tempi Agenzia ha riferito di aver tenuto incontri (che non si sono ancora conclusi) con i dirigenti scolastici per mitigare i disagi degli studenti che dalla provincia si recano a Piacenza, una situazione per fortuna durerà solo pochi giorni.

Per i 3 mesi successivi di chiusura del ponte sono previste soluzioni alternative ancora oggetto di studio. L’agenzia fa comunque sapere che sono state accantonate risorse per soluzioni alternative (autobus aggiuntive o revisione degli orari).

Proseguono inoltre le trattative con Trenitalia per incentivare le fermate a San Nicolò. 

Per quanto riguarda il 118, Comune di Rottofreno e la Provincia di Piacenza hanno chiesto che un’ambulanza e un’automedica stazionino in maniera permanente, per tutta la durata dei lavori, sul territorio di San Nicolò (in luogo ancora da definire), in modo da poter ridurre se necessario i tempi dell’intervento. 

L’intervento sul ponte – Consolidamento di pile, spalle e volte del ponte, rimozione dei parapetti esistenti e installazione di nuove barriere stradali di sicurezza, demolizione sovrastruttura stradale e soletta, collocazione di una nuova dorsale acquedottistica di interesse provinciale, posa di nuova linea elettrica e fibre elettriche interrate, allargamento simmetrico della sede stradale e realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale protetta sul lato verso il monte. 

Alcuni aspetti architettonici sono stati concordati con la Soprintendenza. Tra questi la ricostruzione delle cordolature esterne originarie.  Il tempo previsto di realizzazione 270 giorni, tempo di chiusura al traffico 115 giorni, con lavori svolti su turni. 

L’importo di spesa è di 3 milioni e 500 mila euro, finanziati da Regione Emilia Romagna e Anas. La Provincia stanzierà 400 mila euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.