PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Salotti piccanti, il 6 maggio appuntamento a Piacenza con Lacquaniti

Il piacentino d'adozione Girolamo Laquaniti, ora comandante della Polstrada di Verona, che ha scritto il libro “Storie di un commissario di provincia”, pubblicato da Editrice Berti,

L’arte per raccontare il sesso, per esprimere la passione in tutta la sua consistenza e vitalità. Questo è l’obiettivo dei quattro salotti piccanti che attraverseranno l’Italia, dalla primavera all’estate. Quattro sabati rosso peperoncino, organizzati dall’Associazione culturale Il Grimorio delle Arti. Le scrittrici Michela Spisu e Valentina Neri, infatti, metteranno a confronto psicologi, sessuologi, ispettori della Polizia di Stato, poliamorose, gigolò, bondager, poeti ed estrosi di ogni sorta. D’ispirazione per loro due è stato l’approccio di Camila Raznovich, che ha condotto format rivoluzionari come Relazioni pericolose, in grado di affrontare con leggerezza qualsiasi sfaccettatura della questione, senza prendersi troppo sul serio o cadere in preda ad attacchi di pudore. Le mete designate saranno Torino (1 aprile), Piacenza (6 maggio), Milano (27 maggio) e Cagliari (28 luglio), all’interno di caffetterie, teatri, circoli Arci e terrazze sul mare.

A Piacenza, sabato 6 maggio alle 21, presso la Società Filodrammatica, Sala delle Muse di via San Siro 9, interverranno Roberto Roy Dolce, accompagnatore di sole donne free lance, che racconterà la sua esperienza nel soddisfare i desideri più nascosti delle donne, il piacentino d’adozione Girolamo Laquaniti, ora comandante della Polstrada di Verona, che ha scritto il libro “Storie di un commissario di provincia”, pubblicato da Editrice Berti, in cui racconta la sua vita e di come in questo lavoro si capisca che non esistono bene e male assoluti ma solo splendide sfumature; proseguirà Enzo Latronico, che affianca all’attività di giornalista quella di sceneggiatore per rendere fiera la sua amata Piacenza. A chiudere la serata, le scrittrici e potesse Valentina Neri e Giusi Càfari Panìco con una lettura di poesie erotiche.

«Tutto il mondo del sesso e dell’erotismo è ancora un tabù, specie in Italia – esordisce Michela Spisu – perciò abbiamo deciso di invitare ai salotti non solo persone del settore, quindi sessuologi o esponenti del bondage e massaggiatori tantrici, ma anche poeti, scrittori e psicologi. Intendiamo mostrare alla gente quanto sia naturale parlare di sesso, quasi parlassimo di quello che abbiamo mangiato a pranzo, perché d’altronde il sesso è un bisogno primario come mangiare». Il fuoco sta nell’idea di approfondire l’argomento coinvolgendo persone che sembrano opposte perché, pur con prospettive diverse, rincorrono il bisogno comune di conoscersi e di amarsi. «Abbiamo scelto quattro grandi città – incalza Valentina Neri – nelle quali ci auguriamo sia più facile sentirsi liberi, sebbene siano molto diverse tra loro. Riguardo a Piacenza, città universitaria e piena di vita, dove si vive una dimensione tranquilla e rallentata, ben lontana dalla frenesia di una grande metropoli, qui i salotti vorrebbero giocare con l’irriverenza e aggiungere un po’ di pepe al sereno capoluogo emiliano.
Michela Pisu e il suo gruppo spera di arrivare alla necessità di evadere insita in ognuno di noi, a quel bisogno di trasgressione legato a una società che tende sempre di più a standardizzare. I tabù infatti, afferma la Neri, non riguardano solo noi donne, che spesso ci reprimiamo intimamente perché ci hanno inculcato che sarebbe “sbagliato” lasciarci andare, ma riguardano anche parecchi uomini che, frenati dall’audacia di certe donne, non si azzardano ad avvicinarsi, sabotando inconsciamente la loro passionalità. I quattro appuntamenti saranno il luogo in cui lasciarsi andare senza essere giudicati, dove fantasia e realtà possono incontrarsi liberamente guidati da ospiti d’eccezione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.