PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scienze politiche: come ottenere una laurea dai mille sbocchi lavorativi senza spostarsi da Piacenza

Quando si parla di corsi di laurea, non è raro incontrare diverse leggende metropolitane su alcuni dei titoli di studio migliori delle nostre università

Più informazioni su

Quando si parla di corsi di laurea, non è raro incontrare diverse leggende metropolitane su alcuni dei titoli di studio migliori delle nostre università.

Questa è purtroppo una sorte che tocca anche a scienze politiche: molti, infatti, credono che la complessità di questo corso di studi non porti assolutamente a nulla, sottostimando gli sbocchi occupazionali e bistrattando potenziali carriere che – invece – possono diventare economicamente molto importanti, soprattutto a livello internazionale, per via di una preparazione davvero solida ed eterogenea.

Vediamo dunque di sfatare qualche mito e di approfondire le mille possibilità concesse da una laurea un scienze politiche.

Dove studiare scienze politiche? – Scienze politiche rappresenta spesso un sogno irrealizzabile per i giovani piacentini, in quanto la città non offre un’offerta formativa in tal senso, e costringe gli studenti a rinunciare a questo obiettivo o a spostarsi fuori sede in uno dei grandi centri italiani, affrontando dunque spese molto ingenti.

Eppure oggi non è più necessario scegliere altre facoltà o andare a vivere in un’altra città, considerando tutte le opzioni concesse dagli atenei telematici. Unicusano, ad esempio, è un’università online che offre un corso di scienze politiche a Reggio Emilia, distante solo un’ora da Piacenza: l’ideale per gli studenti piacentini, che possono così frequentare online a casa propria e raggiungere Reggio solo in occasione degli esami, ovvero l’unico momento in cui la presenza presso i learning centers della nota università telematica diventa obbligatoria.

Scienze politiche: piano di studi e sbocchi lavorativi – Perché, dunque, gli studenti di Piacenza dovrebbero scegliere di iscriversi a scienze politiche? Innanzitutto per la già citata presenza di una serie di materie in grado di regalare una preparazione a tutto tondo: dall’analisi degli scenari politici nazionali ed internazionali, passando per le governance e la conoscenza dei maggiori settori nel campo dell’economia e della società globalizzata, fino ad arrivare alle public relations e alle scienze statistiche. In altre parole, sono davvero rare le facoltà in grado di preparare gli studenti ad un così ampio bagaglio di competenze.

Per quanto concerne gli sbocchi lavorativi, anche in questo caso è l’eterogeneità a farla da padrone: si va dalla possibilità delle carriere internazionali, fino ad arrivare al percorso di ambasciatori e di consulenti finanziari. Inoltre, scienze politiche è anche l’ideale per prepararsi per un impiego presso gli enti pubblici, gli enti governativi, le banche e ovviamente le aziende, potendo liberamente scegliere fra una carriera da dipendenti oppure da liberi professionisti.

Infine, questa facoltà prepara anche ad alcuni mestieri tradizionali, come ad esempio il giornalismo, senza per questo privare i giovani della possibilità di inserirsi nelle professioni ritenute maggiormente all’avanguardia, come il web marketing, la comunicazione online e lo studio degli scenari di mercato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.