Quantcast

Serata di boxe e motori per la prima festa del Capitolo

Il Ristorante del Parcheggio e il distributore di carburante Ltp al Capitolo, hanno ospitato la prima Festa del Capitolo e, in contemporanea, una perfetta fusione tra boxe e motori

Più informazioni su

Il Ristorante del Parcheggio e il distributore di carburante Ltp al Capitolo, hanno ospitato la prima Festa del Capitolo e, in contemporanea, una perfetta fusione tra boxe e motori.

I lucenti bisonti della strada hanno fatto da testimoni a 6 combattuti incontri fra dilettanti piacentini e valenti fighter arrivati con le migliori intenzioni di vittoria.

Ad aprire la serata ci hanno pensato i giovani pugili della Boxe Piacenza Cr Stefanoni Andrea e Shehaj Damian che hanno svolto sul ring una seduta di allenamento; a completare il sodalizio giovanile il piccolo Evan Bianchi di appena 7 anni (categoria cuccioli), che mostrando le sue doti innate al pubblico presente, portando colpi a chiamata con il suo maestro Nicola Campanini.

A salire sul ring per il primo incontro sono stati il marocchino naturalizzato piacentino Biberk Abdellazziz e il suo avversario Nicolò Del Corso i quali hanno subito infiammato il pubblico presente. Seguito all’angolo dai tecnici Nicola Campanini e Antonio Pellini, Abdellazziz ha sciorinato una prestazione ottima che lo ha portato ad aggiudicarsi incontro e premio come miglior pugile della serata grazie a una boxe che ha alternato alti momenti tecnici ma anche sprazzi di potenza e combattività.

Il secondo incontro ha visto all’opera il pugile della Salus et Virtus Tarak Ben Khaled, anch’esso vittorioso e anch’esso autore di una prova molto convincente che gli ha permesso di superare Andrea Scanzo della Boxe Parma: il pupillo del maestro Alberti ha imposto fin da subito una boxe concreta e spettacolare che lo ha portato ad una vittoria piuttosto netta.

L’albanese della Boxe Piacenza Juxhin Hitay riusciva a imporre la sua boxe lineare solo nell’ultimo e terzo tempo, subendo però nei primi due round due conteggi e un richiamo ufficiale che hanno portato la giuria a preferirgli Krahid Selloum della Kid Saracca, pugile forse meno tecnico ma più potente e concreto.

Per la categoria gallo Betancourt ha subìto per l’ ennesima volta un verdetto alquanto stretto. Pur sciorinando la solita boxe tecnica e incisiva che lo ha portato ai vertici della sua categoria, non è riuscito, secondo la giuria, a soverchiare il ligure Marco Saderi, buon fighter che ha portato a casa un pareggio che per lui equivale ad una vittoria.

Delusione tra i dirigenti biancorossi in particolare nel direttore sportivo Thomas Bollani che ha rimarcato l’ennesimo verdetto dubbio nei confronti di Betancourt.

Tra i supermassimi il colosso biancorosso Ratti opposto al ligure Sorgi è incappato in una serata storta che lo ha portato a combattere in modo confusionale fino a portarlo ad una sconfitta per squalifica: ci auguriamo di vedere un Ratti più lineare e concreto, i mezzi sia fisici che tecnici possono portarlo lontano.

L’ultimo incontro ha visto il castellano Minio opposto a Memush Aliaj. Minio, ormai prossimo al debutto fra i pugili professionisti, ha impiegato due riprese per carburare, poi nella terza con una boxe aggressiva ha fatto suo l’incontro in maniera piuttosto netta portando combinazioni varie e potenti che hanno messo in seria difficoltà l’albanese naturalizzato parmigiano.

Alla fine di questo riunione riuscitissima, in tutto l’organico della Boxe Piacenza si è rimarcata la volontà di ripetere l’esperienza nella seconda festa in programma l’anno prossimo, che sicuramente verrà riproposta visto il successo di pubblico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.