PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trespidi: “Piazza Cittadella cambierà volto”

Nel programma del candidato Massimo Trespidi ci sono varie azioni per rendere Piacenza più competitiva. 

Più informazioni su

TRESPIDI: “PIACENZA DEVE ESSERE PIÙ BELLA. PIAZZA CITTADELLA CAMBIERA’ VOLTO” – La nota stampa

“Una città più bella è anche una città più vivibile. La bellezza del territorio è la condizione che stimola chi ci vive a dare il meglio di se’ e che attrae chi vuole venire da fuori a risiedere e fare impresa. Un territorio bello è anche attrattivo”. Nel programma del candidato Massimo Trespidi ci sono varie azioni per rendere Piacenza più competitiva.

Azioni che passano attraverso precise scelte di mandato. “Pensiamo ad una piazza Cittadella, rinnovata, diversa, perché così come si presenta oggi non è degna di rappresentare la città. No al parcheggio sotterraneo, che doveva essere pronto a settembre 2017 e di cui non c’è traccia.

Noi pensiamo invece che un nuovo parcheggio possa essere realizzato all’interno della caserma Nicolai, trasferendo i militari del Genio Pontieri in una delle caserme inutilizzate. La piazza d’armi della Nicolai potrebbe così ospitare un grande parcheggio di superficie. Per cambiare volto a piazza Cittadella occorre abbattere e recuperare il mercato coperto per trasferirlo all’interno della chiesa del Carmine recuperata secondo progetti realizzati a Madrid e Barcellona.

Davanti a palazzo Farnese una vasta area verde per bambini e anziani. Sarà nostra prerogativa presidiare il percorso di trasformazione in parco pubblico dell’area della Pertite, così come hanno chiesto 30 mila piacentini; avviare grandi opere di mandato, una nuova scuola e la sistemazione del lungo Po; valorizzare il processo di trasferimento dei beni demaniali al Comune, valutandone costi e benefici perché non diventino un fardello per l’amministrazione e sollecitare le azioni di bonifica dell’area ex Acna per individuarne una futura destinazione.

È evidente che nel nostro programma- conclude Trespidi – viaggiano insieme l’attenzione alla sistemazione dei piccoli, ma importanti, disagi della città e le grandi progettualità, per dare respiro ad una dimensione urbana all’altezza di una città aperta e internazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.