A Palazzo Farnese chiude il Guercino, ancora un mese per la cupola foto

Un grande successo di pubblico ha accompagnato l'evento espositivo dell’artista secentesco che in città ha lasciato importanti testimonianze.

E’ arrivato il 4 giugno data di chiusura per la mostra dedicata al Guercino a Palazzo Farnese a Piacenza.

Un grande successo di pubblico ha accompagnato l’evento espositivo dell’artista secentesco che in città ha lasciato importanti testimonianze.

Oggi chiude i battenti la mostra con i quadri alla Cappella ducale di Palazzo Farnese dove sono stati esposti 20 capolavori, selezionati da Daniele Benati e Antonella Gigli.

Mentre per la salita sulla cupola del Duomo di Piacenza, c’è ancora un mese di tempo, fino alla festa patronale del 4 luglio.

Fin dalla data della sua inaugurazione, lo scorso 4 marzo, l’evento dedicato all’artista secentesco emiliano (Cento, FE, 1591 – Bologna, 1666), che ha unito in un unico percorso, tra sacro e profano, il Duomo e Palazzo Farnese, ha raccolto un grande consenso da parte del pubblico e da quello degli addetti ai lavori, oltre che della stampa.

A testimoniarlo sono i numeri, davvero importanti, che hanno ricondotto Piacenza al centro del discorso artistico nazionale e internazionale.

E’ stata infatti superata la quota di 100.000 visitatori..

Proprio per venire incontro alle continue richieste di gruppi e singoli, gli organizzatori hanno deciso che proseguirà fino al 4 luglio 2017 – festa di Sant’Antonino, patrono di Piacenza – la possibilità di salire all’interno della cupola della Cattedrale, introdotta da una sala multimediale, realizzata grazie al contributo di Fondazione di Piacenza e Vigevano e di Crédit Agricole Cariparma, che permette al pubblico di leggere in modo innovativo il capolavoro del Guercino e di provare un’inedita esperienza immersiva attraverso particolari visori 3D.

ECCO I VIDEO DELLA MOSTRA

VIDEO – LA CONFERENZA STAMPA

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.