PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Gran Bretagna a Fiorenzuola con due campioni olimpici foto

Alla 6 Giorni delle Rose (dal 6 all’11 luglio) ci saranno anche Steven Burke (in coppia con Kian Emadi) e Katie Archibald nelle gare femminili di classe 1 Uci.

Prosegue il conto alla rovescia verso la 20^ edizione della 6 Giorni delle Rose Internazionale, in scena dal 6 all’11 luglio al Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza), manifestazione di ciclismo su pista che vedrà al via molti dei più forti atleti del panorama mondiale.

Non mancherà, neppure quest’anno, la Nazionale della Gran Bretagna, che a Fiorenzuola porterà il bicampione olimpico dell’inseguimento a squadre Steven Burke (oro a Londra 2012 e a Rio 2016), il quale correrà le gare a coppie della 6 Giorni insieme a Kian Emadi (detentore del record della pista di Fiorenzuola nel giro lanciato). 

Burke, classe 1988, già protagonista alla 6 Giorni delle Rose in passato, vanta anche anche un mondiale e quattro europei. Emadi, classe 1992, lo scorso anno ha conquistato l’oro nella prova di coppa del mondo di Glasgow, ma in bacheca ha anche diversi titoli nazionali. I due, che correranno in coppia, entrano di diritto nel ristretto novero dei favoriti per la vittoria finale, con i giù annunciati Thomas-Kneisky, Meyer-Scotson e altre coppie che verranno ufficializzate nei prossimi giorni. 

Gran Bretagna che sarà protagonista anche in campo femminile: alle gare di classe 1 Uci previste a Fiorenzuola parteciperà infatti anche Katie Archibald, campionessa olimpica in carica dell’inseguimento a squadre e mondiale dell’omnium, che in bacheca ha pure un altro titolo iridato (nella stessa specialità) e otto ori europei.

Una campionessa di assoluta grandezza che sarà tra le protagoniste delle prove riservate alle Donne Elite, le quali assegneranno punti utili per la qualificazione ai prossimi mondiali e alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Con lei anche Emily Nelson (argento mondiale nella madison due mesi fa ad Hong Kong), Manon Lloyd (due ori in coppa del mondo l’anno scorso) e Neah Evans, grande protagonista del circuito “Revolution race” nelle ultime due stagioni.

Una nazionale di riferimento, che a Fiorenzuola vuole essere protagonista per iniziare con il piede giusto la corsa verso i prossimi mondiali e Olimpiadi. 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.