PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“L’Eco dello Spreco”, 111 bambini in visita alla mostra 

Una giornata impegnativa e ricca di spunti, dove i piccoli visitatori hanno potuto scoprire la mostra con il commento di una guida, divertirsi con dei giocattoli di materiale riciclato e partecipare ad un laboratorio didattico dato dalla collaborazione tra associazione e consorzio. 

Mercoledì 21 giugno il Museo di Storia Naturale di Piacenza ha ospitato un pubblico molto particolare.

Presenti111 bambini dal Grest della parrocchia di San Giuseppe Operaio e accompagnati da circa 36 animatori, venuti a visitare la mostra didattica “L’Eco dello Spreco” organizzata da Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo in collaborazione con la Società piacentina di Scienze Naturali e il Consorzio di Bonifica della città.

La giornata è iniziata alle 10.30 con l’arrivo dei ragazzi ed è proseguita fino alle 15 del pomeriggio: una giornata impegnativa e ricca di spunti, dove i piccoli visitatori hanno potuto scoprire la mostra con il commento di una guida, divertirsi con dei giocattoli di materiale riciclato e partecipare ad un laboratorio didattico dato dalla collaborazione tra associazione e consorzio.

Ad animare l’incontro 7 ragazze del Movimento, 3 impegnate nel servizio civile supportate da 4 studentesse delle superiori nel pieno svolgimento dell’alternanza scuola-lavoro.

Un’occasione per riflettere sulla tematica sempre più attuale e urgente dello spreco, e insieme conoscere la realtà del Karamoja e l’operato di Africa Mission.

«I bambini sono rimasti colpiti dalla differenza tra il paesaggio di Piacenza, che vedono ogni giorno, e la savana africana» ha commentato Valeria Parenti, volontaria da circa 8 mesi presso l’Ong piacentina, al termine dell’incontro «Scoprire che in Africa alcune popolazioni ancora oggi non hanno accesso all’acqua potabile li ha fatti riflettere su ciò che loro danno per scontato» e ancora «111 bambini sono stati una bella sfida, ma siamo contenti di averli incontrati e di aver coinvolto anche loro in questa nostra mostra».

Concluse le attività il grande gruppo ha salutato il museo con un caloroso grazie per l’esperienza vissuta. L’augurio è che il percorso di educazione allo sviluppo non si fermi, ma prosegua con nuove iniziative per tutti i bambini del territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.