PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Musica popolare e jazz per il secondo concerto di “Incó_temporanea” foto

Umberto Petrin (pianoforte) e Marco Domenichetti (piffero e flauti) hanno incantato la sala intitolata a Giuseppe Verdi, che qui aveva ricoperto il ruolo di consigliere provinciale, e che per la prima volta si è trasformata in una e propria sala da concerto. 

Serata dedicata alla musica popolare e al jazz per il secondo concerto e terzo appuntamento del festival incó_temporanea – in scena sabato 10 giugno alla Sala Verdi della Provincia di Piacenza,  organizzato da il collettivo_21.

Umberto Petrin (pianoforte) e Marco Domenichetti (piffero e flauti) hanno incantato la sala intitolata a Giuseppe Verdi, che qui aveva ricoperto il ruolo di consigliere provinciale, e che per la prima volta si è trasformata in una e propria sala da concerto.

L’unione di due mondi è stato il filo conduttore della serata, in cui il pianista non ha esitato a contestualizzare i pezzi, raccontando aneddoti e coinvolgendo il pubblico anche attraverso le sue parole.

Le melodie della tradizione popolare delle Quattro Province (Piacenza, Pavia, Alessandria e Genova) sono state abilmente disegnate da Domenichetti, pifferaio esperto con cui Petrin da tempo sognava di realizzare un progetto di questo tipo: «Marco è la persona giusta per lavorare in questa direzione, ha una conoscenza profonda del repertorio popolare e una formazione trasversale, dalla musica classica all’elettronica, che gli permette di spaziare e lascia spazio a me nell’improvvisazione», ha dichiarato Petrin in un’intervista a Claudia Ferrari, direttrice artistica del festival.

L’abilità improvvisativa del pianista traccia un percorso musicale che in un momento sostiene la melodia, mai stravolta rispetto all’originale, e il momento dopo vi si discosta con passaggi di estrema finezza e grande fantasia. Il pubblico in sala è estasiato, lunghi applausi e due bis.

Un grande successo per una serata decisamente originale. L’appuntamento conclusivo del festival incó_temporanea sarà sabato prossimo, 17 giugno, con un grande ospite: il compositore statuniteste Frederic Rzewski, protagonista dell’avanguardia americana.

In programma un incontro con Rzewski alle 15 al Conservatorio Nicolini e la sera un concerto monografico del collettivo_21, in cui il compositore sarà presente; a questo seguirà “The topography of the night”, live di Evan Parker con Lino Capra Vaccina e Walter Prati, per la rassegna Musiche Nuove a Piacenza. Una grande collaborazione tra due realtà della musica del nostro tempo della nostra città. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.