PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piacenza sceglie di cambiare: Patrizia Barbieri nuovo sindaco col 58,5 % foto

Patrizia Barbieri candidata del centrodestra è il nuovo sindaco di Piacenza: ha vinto il ballottaggio con il 58,54 % dei voti

LA DIRETTA ELETTORALE – Lo spoglio a Piacenza è terminato alle 00,51 del 26 giugno.

Patrizia Barbieri candidata del centrodestra è il nuovo sindaco di Piacenza: ha vinto il ballottaggio con il 58,54 % dei voti su Paolo Rizzi, che raggiunge il 41,46 %.

Un risultato netto sul quale tuttavia pesa l’alta astensione dal voto, con l’affluenza definitva del 46,6 per cento degli elettori.

Quando sono le 00 e 40 il neo primo cittadino ha fatto ingresso nella sala del consiglio comunale di Piacenza tra gli applausi. Si è quindi affacciata dal balcone di Palazzo Mercanti.

“RISULTATO EMONZIONANTE” – “Mi emoziona questo risultato – risponde a chi le chiede se si aspettava un’affermazione così netta – ora la responsabilità è tanta. Ha vinto la voglia di cambiamento perchè la gente era molto delusa e si è sentita abbandonata in questi anni. Si è affidata a un modello amministrativo come il nostro più concreto e realista”.

Tra le prime dichiarazioni della neo sindaco il ricordo di Carlo Mazzoni, tragicamente scomparso due settimane fa: “E’ stato determinante per la vittoria, oltre che un caro amico”.

IL VIDEO dal balcone

Dopo quindici anni di centrosinistra Piacenza ha scelto di cambiare. In una delle prime dichiarazioni Patrizia Barbieri ha affermato di voler rivedere a fondo il bilancio comunale, togliendo l’incremento dell’Irpef già stabilito dalla giunta uscente.

“È stata un’impresa – ha aggiunto il nuovo sindaco di Piacenza – alla portata della nostra proposta amministrativa, una proposta che è stata compresa, abbiamo fatto una campagna elettorale per la gente.”

Sul calo degli elettori alle urne ha commentato:” Si è risentito anche qui della disaffezione dai partiti, come sta accadendo a livello nazionale”. 

Il sindaco uscente Paolo Dosi, ha dichiarato: “Non possiamo che prenderne atto, io personalmente mi faccio un esame di coscienza, è un segnale che esprime un giudizio negativo sull’amministrazione uscente.

Un esito con cui ci sentiamo accomunati con tante realtà locali, certo non consola, ma forse ci dice che sta tirando un’aria diversa a livello nazionale”.

L’arrivo di Patrizia Barbieri in piazza Cavalli – VIDEO

LA DIRETTA DELLO SPOGLIO

Su 99 sezioni scrutinate su 107, Barbieri a quota 58,42 % contro 41,58 di Rizzi

Su 95 sezioni scrutinate su 107, Barbieri a quota 58,37 % contro 41,63 di Rizzi

Su 69 sezioni su 107 scrutinate, Patrizia Barbieri conduce con il 58,39 % (13013) contro il 41,61 % di Paolo Rizzi (9275)

Su 51 sezioni Patrizia Barbieri si attesta sul 57,87 % contro il 42,13 di Rizzi

Su 43 sezioni Patrizia Barbieri si attesta sul 58,31 % contro il 41,69 di Rizzi
 

Su 38 sezioni Patrizia Barbieri si attesta sul 58,1 % contro il 41,9 di Rizzi

Su 31 sezioni Patrizia Barbieri si attesta sul 57,99 % contro il 42,01 di Rizzi

Su 27 sezioni Patrizia Barbieri si attesta sul 57,95 % contro il 42,05 di Rizzi

Su 25 sezioni Barbieri si attesta sul 57,79 % contro il 42,21 di Rizzi

23 sezioni su 107 scrutinate: Patrizia Barbieri in netto vantaggio su Paolo Rizzi: 58,04 a 41,96 %

Paolo Rizzi in attesa dei risultati al suo point di Corso Vittorio Emanuele dice di aver trascorso una “domenica di relax a casa dopo due mesi di corsa”.

“Ce l’ho messa tutta – sostiene – anche se col senno di poi avrei potuto privilegiare più le periferie e le frazioni. C’è bisogno di avere un Comune più vicino ai cittadini, questo quello che ho avvertito”.

E sulla bassa affluenza, Rizzi afferma: “C’è un calo pazzesco della partecipazione, un fenomeno molto preoccupante e diffuso”.

Patrizia Barbieri attende il risultato del voto dal suo point in via Cavour e accetta di rilasciare alcune dichiarazioni a urne chiuse: “Penso di aver fatto tutto il possibile per comunicare il mio programma e la mia volontà di lavorare con la gente per Piacenza”.

E quanto all’astensionismo, la Barbieri afferma: “E’ un segno di disaffezione rispetto a proposte amministrative deludenti, è la conseguenza di un malcontento nei confronti di una non amministrazione degli ultimi 15 anni”. 

Ore 23 – Urne chiuse alle 23 a Piacenza e via alle operazioni di scrutinio del ballottaggio tra Patrizia Barbieri e Paolo Rizzi, candidati a sindaco.

L’unico dato che si conosce è quello dell’affluenza alle ore 19, quando a votare si sono recati poco più di un terzo degli aventi diritto: il 33,24 % 

Lo spoglio nei 107 seggi della città è iniziato e si svolge in maniera assai più rapida del primo turno: da scrutinare ci sono soli i voti assegnati ai due contendenti.

QUANTI VOTANO A PIACENZA? – Il corpo elettorale chiamato alle urne in città è di 76mila e 611 persone residenti (36mila e 53 uomini e 40mila 558 donne). 

Le sezioni elettorali nel Comune di Piacenza sono 107: le due più “numerose” sono quelle di Pittolo (la 106 con 1097 elettori) e una della scuola elementare Mazzini in centro storico (la 5 con 1060 elettori).

AL PRIMO TURNO

CENTRODESTRA AVANTI – Questi i risultati definitivi: Patrizia Barbieri 34,78% pari a 14mila 625 voti, Paolo Rizzi 28,20% (11mila 856), Massimo Trespidi 13,71 % (5mila 766), Andrea Pugni 9,12 % (3835), Luigi Rabuffi 5,96% (2508), Stefano Torre 4,28 % (1801) e Sandra Ponzini 3,94% (1657).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.