Scherma, Galà di fine anno per il Pettorelli foto

E’ giunta l’ora dei saluti e degli abbracci per il Circolo della scherma “Pettorelli” di Piacenza, che martedì si è radunato per la tradizionale cena sociale di fine stagione agonistica. Come da tradizione, giugno è tempo di bilanci, tracciati dal presidente Alessandro Bossalini.

E’ giunta l’ora dei saluti e degli abbracci per il Circolo della scherma “Pettorelli” di Piacenza, che martedì si è radunato per la tradizionale cena sociale di fine stagione agonistica. Come da tradizione, giugno è tempo di bilanci, tracciati dal presidente Alessandro Bossalini.

“Si è chiuso un anno – spiega Bossalini – ma anche un quadriennio, ricco di soddisfazioni per aver ricevuto l’eredità dell’indimenticato presidente Sandrino Bernardelli. A marzo sono stato riconfermato presidente, con il direttivo che comunque si è rinnovato, con nuovi consiglieri (Ivan Tavolini e Francesco Matteo Curatolo) che hanno sostituito altri operanti da diversi anni e a cui va il nostro ringraziamento (Riccardo Mangia e Claudio Fuochi)”. Quindi aggiunge. “L’annata schermistica è stata molto positiva soprattutto per il settore giovanile: abbiamo costituito un bel gruppo under 10, con tanti bambini e bambine che iniziano ad approcciarsi a questo sport. Inoltre, la fascia under 14 è tornata a salire sui gradini più alti del podio con un gruppo di ragazzi e ragazze che pratica la scherma con passione e serietà. Marta Nocilli ha vinto due prove interregionali e si è laureata campionessa regionale Giovanissime, chiudendo al primo posto nel ranking interregionale e salendo sul podio del campionato italiano dopo una stagione costante e sempre ad alto livello. Una bella sorpresa è stata la crescita lineare di Tommaso Bonelli, capace di centrare una finale nazionale a Caserta (settimo posto), traguardo che negli interregionali è stato brillantemente centrato anche da Maria Michelotti, Michele Comolatti, Mattia e Rebecca Pantano e Chiara Ocari”.

Salendo di un  gradino, le soddisfazioni non mutano. “La sorpresa più grande  – prosegue Bossalini – è stata la crescita di Amedeo Polledri, che ha saputo tirare fuori il proprio talento e si è qualificato direttamente ai tricolori Cadetti di Cagliari. Inoltre, Tommaso Barbieri ha centrato il terzo posto nella prova regionale qualificazione assoluti, con Vittoria Gulì nella finale a otto. Tutto il movimento under 17 e under 20 è cresciuto, come del resto è successo in termini numerici generali per il “Pettorelli”, arrivando a superare le cento iscrizioni. A livello di squadre, la formazione femminile di spada ha centrato una bella salvezza in B1, mentre c’è stata l’amara retrocessione in B2 di quella maschile con una squadra comunque giovane: siamo pronti a rifarci nella prossima stagione per tornare in B1. La formazione di fioretto femminile, invece, è stata promossa dalla C alla B2. Infine, si è consolidato il movimento Master, in crescita e con risultati positivi per esempio con Mattia Finotti, Lamberto Curatolo, Riccardo Mangia, Paola Battisti e Giuseppe Rossano”.

Diverse le autorità presenti alla serata, tra le quali il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e il delegato provinciale Coni Point Robert Gionelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.