PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ultimi appuntamenti all’Alberoni prima della chiusura estiva

Due interessanti iniziative culturali andranno in scena giovedì 22 e domenica 25 giugno

Più informazioni su

Ultimi due appuntamenti alla Galleria Alberoni di Piacenza prima della consueta chiusura estiva nei mesi di luglio e agosto, per tornare ad aprire al pubblico nel prossimo mese di settembre.
 
Due interessanti iniziative culturali andranno in scena giovedì 22 e domenica 25 giugno.

La prima (giovedì, ore 21.15) è dedicata agli anni della Seconda guerra mondiale rievocati nei ricordi del diario di Mons. Olimpio Bongiorni, a quel tempo seminarista al Collegio Alberoni, con la presentazione di un libro appena edito: La settantatreesima (1939-1947). Diario di un seminarista del Collegio Alberoni negli anni della guerra.
 
Interverranno insieme all’autore, Mons. Gianni Ambrosio, Vescovo di Piacenza-Bobbio, Giorgio Braghieri, Presidente dell’Opera Pia Alberoni, Maria Vittoria Gazzola, curatrice della pubblicazione. L’ingresso è gratuito
 
La seconda, nell’ultima domenica di apertura, propone invece una visita guidata speciale alle ore 16 a ingresso ridottissimo (2.50 euro) al patrimonio artistico e scientifico alberoniano e alla scoperta del giardino interno e del grande parco settecentesco, e un concerto (ore 17.45) che vedrà protagonista il Quintetto d’archi del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano: cinque significativi musicisti e professori milanesi con un programma di musica dell’Ottocento particolarmente originale dedicato a Antonìn Dvorák e Giovanni Bottesini.
 
Si tratta di Silvio Moscatelli, violino, Danilo Ortelli, violino, Gian Paolo Guatteri, viola, Graziano Beluffi, violoncello, Piermario Murelli, contrabbasso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.