Biblioteca di strada, martedì serata in memoria di Rita Atria

Giovanissima testimone di giustizia, si tolse la vita a soli 17 anni sopraffatta dal dolore per l’uccisione di Paolo Borsellino, il giudice cui aveva affidato la propria vita e le proprie speranze di riscatto dal gioco della mafia

Nuovo appuntamento, martedì 1° agosto alla Biblioteca di strada dell’Infrangibile a Piacenza, con i Martedì d’Estate promossi dall’associazione 100×100 in Movimento.

La serata sarà dedicata a Rita Atria, giovanissima testimone di giustizia, che si tolse la vita il 26 luglio 1992, a soli 17 anni, sopraffatta dal dolore per l’uccisione di Paolo Borsellino, il giudice cui aveva affidato la propria vita e le proprie speranze di riscatto dal gioco della mafia. Per questo, la si ricorda come la settima vittima della strage di via D’Amelio.

Inizio alle 20.30 con una breve presentazione, cui seguirà, alle 21, un video sulla storia di Rita Atria e la proiezione di “25 anni alla ricerca della Verità”, serie di filmati realizzati a Palermo in occasione del 25° anniversario dell’attentato.

Emanuela Braghieri, 16 anni, in cammino di formazione con 100×100 in Movimento, racconterà l’esperienza vissuta agli eventi nel capoluogo siciliano negli ultimi due anni, mentre Maura Cesena porterà la testimonianza della sua esperienza antimafia in Puglia.

Sarà presente anche l’associazione Cosmonauti, con alcuni prodotti biologici del Campo Lunare di Gerbido di Mortizza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.