Centro paralimpico nazionale a Villanova “Serve impegno Regione, invitato Bonaccini”

L'annuncio arriva dalla presidente della conferenza Patrizia Calza che spiega come la decisione di invitare Bonaccini sia scaturita dall'ufficio di presidenza

Una lettera di invito al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini perchè partecipi alla prossima conferenza sociosanitaria provinciale di Piacenza e faccia chiarezza sul futuro dell’ospedale di Villanova d’Arda.

L’annuncio arriva dalla presidente della conferenza Patrizia Calza che spiega come la decisione di invitare Bonaccini sia scaturita dall’ufficio di presidenza della conferenza che si è riunito oggi.

“Chiederemo con questa lettera – afferma – a Bonaccini di essere presente non lunedì prossimo, ma in occasione della successiva conferenza provinciale del 20 luglio o in una data vicina, per fare un passo significativo nel percorso di valutazione sull’utilizzo della struttura di Villanova”.

“Si è parlato dell’utilizzo dell’ospedale come centro unico paralimpico d’Italia, c’è l’interesse di tanti, c’è stato un incontro tra il direttore generale dell’Ausl e il presidente nazionale del Cip (Comitato paralimpico Italiano) Luca Pancalli che ha confermato il suo interesse, ma ha richiesto anche un impegno alla Regione per quanto riguarda i costi di gestione. Occorre che ora la Regione si esprima”.

“Noi crediamo che dovrebbe farlo perchè sarebbe la risposta giusta alla struttura di Villanova e per cercare di accelerare il percorso chiediamo a Bonaccini di venire a Piacenza per confrontarsi in una sede istituzionale con il territorio e con i sindaci, dopo diversi incontri riservati”. 

Nel corso dell’ufficio di presidenza si è parlato anche del bilancio preventivo dell’Ausl di Piacenza con la presentazione del piano delle azioni. “Si è avuta la conferma degli impegni e degli obiettivi – ha affermato Calza – più volte annunciati dal direttore Ausl Luca Baldino. Il tema delle Case della Salute che vanno realizzate e attivate con il personale e le infrastrutture. L’impegno sulle varie aree per realizzare il riordino ospedaliero come la chirurgia programma a Castelsangiovanni. 

E l’impegno finanziario aggiuntivo per l’acquisto di farmaci più importanti come quelli oncologici assai costosi, la riduzione delle liste di attesa entro i 30 giorni per gli interventi di natura oncologica”. 

Quanto al clima politico nell’ufficio di presidenza della conferenza sociosanitaria, dopo l’avvicendamento dei sindaci eletti nell’ultima tornata di comunali, è stato positivo. “C’è consapevolezza e responsabilità, la volontà di perseguire la mediazione possibile rispetto ai problemi e alle divergenze, senza imbastire battaglie ideologiche” – ha concluso la presidente Calza.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.