Destinazione meraviglia, 220 spettacoli per la tre giorni di Bascherdeis

Acrobati, giocolieri, dominatori del fuoco, musicisti, clown: per tre giorni alcuni tra i più eclettici busker internazionali animeranno quello che è ormai uno tra i principali Festival non solo italiani dell’arte di strada

Più informazioni su

VERNASCA – Sessantuno compagnie artistiche provenienti da quattro continenti e quattordici nazioni (Germania, Israele, Sud Africa, Argentina, Francia, Brasile, Serbia, Cile, Australia, Uruguay, Messico, Regno Unito, Stati Uniti e ovviamente Italia), poco meno di duecentoventi spettacoli, tre giorni di festa e divertimento per tutte le età.

Sono i numeri di Bascherdeis, la kermesse dedicata agli artisti di strada che quest’anno taglia il traguardo della tredicesima edizione, avendo come sempre il proprio palcoscenico all’aperto a Vernasca, nel cuore dell’Appennino piacentino.

Numeri importanti dietro i quali si muove una macchina collaudata che vede in prima fila l’Associazione “Appennino Cultura” e il Comune di Vernasca, con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e della Regione Emilia Romagna, e con la collaborazione di 250 volontari di Vernasca appartenenti a associazioni e realtà del territorio.

Il Festival è stato presentato nella sede della Fondazione. A fare gli onori di casa il presidente della Commissione Cultura, e rappresentante del CdA, Alberto Dosi; il vicesindaco del Comune di Vernasca Mario Mariani e il presidente di Appennino Cultura Andrea Nicoli.

DESTINAZIONE MERAVIGLIA – Acrobati, giocolieri, dominatori del fuoco, musicisti, clown: per tre giorni alcuni tra i più eclettici busker internazionali animeranno quello che è ormai uno tra i principali Festival non solo italiani dell’arte di strada. Un appuntamento che si rinnova ogni anno e che, in
questa edizione, alza ancora l’asticella e punta a guardare di nuovo un po’ più in là.

“Destinazione meraviglia” è il motto di Bascherdeis 2017. Un invito ad abbandonarsi ad un nuovo viaggio da percorrere seguendo la sirena tentatrice dell’Arte, declinata in tutte le sue forme: dal teatro alla musica, dalle specialità circensi fino alla pittura (una delle novità di questa edizione è la possibilità di
seguire, passo dopo passo, l’opera di un gruppo di artisti figurativi).

Bascherdeis punta dunque a coinvolgere un pubblico sempre più trasversale, per età e per interessi. A cominciare dai più piccoli, che saranno i protagonisti in un’area riservata con spettacoli e iniziative speciali, ma senza dimenticare che il cuore della kermesse ruota, come sempre, intorno all’arte di strada.

E grazie ad una fama che ha ormai passato i confini nazionali, ad ogni edizione non mancano alcuni tra i protagonisti internazionali più apprezzati.

IL CAST – L’arte circense ai massimi livelli viene proposta dal cileno MR DIVINETZ, con le sue evoluzioni nello spazio che disegnano coreografie all’interno di una ruota, e dalla suggestione dei tamburi e del fuoco portata in scena dai messicani QUETZCOAL.

C’è spazio per l’umorismo “acrobatico” dei francesi DARE D’ART, fino alle suggestioni sospese tra musica ed evoluzioni aeree degli argentini CIRQUETANGO.

L’onere di tenere alta la bandiera del circo nostrano toccherà agli italiani JASHGAWRONSKI BROTHERS, moderni clown-attori e musicisti, coi loro strumenti inventati da materiale di riciclo, e dagli IZI MAGIC protagonisti di illusioni e di magia. E che dire dei francesi TAC O TAC, cui toccherà lo spettacolo conclusivo della kermesse: acrobati sui trampoli in perenne guerra contro la forza di gravità.

Bascherdeis è anche note e ritmo: Vernasca risuonerà di quindici generi musicali, e circa una trentina di gruppi tra le due giornate. Del resto, tradizione vuole che sia proprio la musica a far partire la macchina del festival il Venerdì con la seconda edizione del Contest, un concorso in stile busker tra band e singoli.

Tra i protagonisti, da segnalare le street band ZAVASTAVA ORCHESTAR, composta da dieci elementi, che aprirà e chiuderà il festival il sabato, e il gruppo
brasiliano BAGUNCO. Da segnalare anche un piacentino: il giovane ed acclamato cantautore GIOVANNI LIBÈ.

La sirena di Bascherdeis 2017 accompagnerà il pubblico ad esplorare ogni declinazione dell’arte, anche figurativa. Qualche esempio: Vernasca ospiterà ANDREA CASILLO, uno dei migliori writer in Italia, in grado di realizzare vere e proprie opere d’arte con le sue bombolette; l’ASSOCIAZIONE FUORI SERIE che utilizza la pittura come strumento riabilitativo per persone con varie problematiche mentali.

E poi, tra gli show più originali, GIACOMO OCCHI youtube vivente e MR DAVID, che con i piedi realizza un fantastico teatrino per famiglie.

Non mancheranno infine – come tradizione – la Mostra mercato di Artigianato Artistico Creativo e gli stand gastronomici, numerosi e diversificati.

I dettagli del programma e la mappa degli appuntamenti sono disponibili sul sito ufficiale www.bascherdeis.it e sulla pagina Facebook del Festival.

BASCHERDEIS
XIII edizione
28-29- 30 luglio 2017 – Vernasca (PC)

Venerdì 28 luglio dalle 20,00 alle 24,00: Bascherdeis Contest

Sabato 29 luglio dalle 17,30 alle 24,00: Bascherdeis Festival – Prima giornata dalle 24,00: After Busker – la lunga notte del Bascherdeis

Domenica 30 luglio dalle 17,30 alle 24,00: Bascherdeis Festival – Seconda giornata

Eventi collaterali: Mercatino di Artigianato Artistico Creativo; Oasi della Buona Cucina

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.