Quantcast

Il blues “piacentino” di Marco Mazzoli in giro per l’Italia

L’unico appuntamento “piacentino” sarà il 29 luglio, ore 21 a Gropparello (piazzetta ex asilo) si terrà lo spettacolo “MY BLUES, MY PIANO AND ME”, per piano solo e voce

Più informazioni su

Il blues pianistico e vocale di Marco “Ray” Mazzoli sarà prossimamente in giro per l’Italia, in una serie di locations e appuntamenti particolarmente significativi.

L’unico appuntamento “piacentino” sarà il 29 luglio, ore 21 a Gropparello (piazzetta ex asilo) si terrà lo spettacolo “MY BLUES, MY PIANO AND ME”, per piano solo e voce, in cui Ray proporrà il suo repertorio di blues pianistico in tutti gli stili e in tutte le accezioni (dal blues tradizionale, allo “stride piano”, allo swing, al Chicago Blues) soffermandosi particolarmente, questa volta, sulle sue composizioni, ma senza dimenticare i brani dei grandi maestri del blues.

Seguirà una mini tournée in Val d’Aosta con il Louisiana Blues Trio (la band costituitasi al Louisiana Jazz Club di Genova e nota al pubblico ligure per le sue apparizioni televisive locali e per i suoi numerosi concerti in locations significative) che porterà Ray Mazzoli e i suoi amici genovesi (Tassilo Von Burckard alla batteria e Marco Battelli al contrabbasso) il 6 agosto a Morgex (ore 21, Place de l’Archet) e il 7 agosto a Pré St. Didier (Piazza Vittorio Emanuele II) offrendo al folto pubblico “vacanziero” della Vallée due serate con repertori completamente diversi: il primo di sapore Blues-Swing, il secondo più Rhythm & Blues, senza mai dimenticare i brani dei grandi bluesmen, che da sempre sanno coinvolgere e trascinare con la magia delle “blue notes” anche il
pubblico dei non esperti.

Il 7 ottobre Ray Mazzoli parteciperà alla kermesse “Blues made in Italy” di Cerea (VR) con uno spazio solistico suo per pianoforte e voce, boogie & blues, il 30 novembre sarà al Louisiana Jazz Club di Genova in concerto con la splendida cantante jazz Manina Syoufi, in un concerto in gran parte dedicato all’indimenticabile Billie Holiday e, in dicembre si esibirà, come “special guest”, con i Big Fat Mama (una delle grandi blues band storiche italiane) nella splendida location del Parco Storico di Villa Serra, un vero gioiello della Liguria.

Forse anche il Blues potrebbe diventare un prodotto piacentino “da esportazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.