Quantcast

Offese su gruppo Facebook di Podenzano alla Polizia locale, l’esposto del Sulpl

"Le offese su Facebook, trattandosi di un mezzo di comunicazione virale, - sottolinea Miriam Palumbo - costituiscono diffamazione con l’aggravante del mezzo di pubblicità"

Più informazioni su

La nota stampa di Miriam Palumbo, coordinatore del sindacato della Polizia Municipale Sulpl di Piacenza
 

In esecuzione del mandato sindacale ricevuto e per la tutela dei diritti e dell’immagine dei lavoratori della Polizia Locale, ho ritenuto necessario depositare un altro esposto alla Procura della Repubblica di Piacenza per le offese e i commenti minacciosi postati sul gruppo pubblico Facebook denominato “Podenzano io Reclamo”, rivolti da un componente di tale gruppo ai colleghi dell’Unione Valnure e Valchero.
 
I colleghi sono stati definiti “codardi…. delle merde…” solo per il fatto che stavano effettuando controlli per garantire sicurezza sulle nostre strade; ma non solo. Il post si chiudeva anche con “poi si lamentano se qualcuno organizza una spedizione punitiva e gli corre dietro con le catene.. vi auguro di non fermarmi mai..”
 
Occorre sottolineare che in questo caso, esemplare è stata l’attenzione dedicata a quanto stava accadendo sul gruppo, da parte dell’Amministratore che ha richiamato il sig. X alle sue responsabilità, dimostrando di conoscere in cosa si incorre con comportamenti del genere; infatti provvedeva a fissare in alto sulla pagina un post riguardante il reato di diffamazione a mezzo stampa (art. 595 Codice Penale, punito la reclusione da 6 mesi a 3 anni o con la multa non inferiore a 516 euro e con annesso diritto al risarcimento nei confronti della parte lesa).

In particolare, le offese su Facebook, trattandosi di un mezzo di comunicazione virale che può quindi raggiungere un numero potenzialmente indeterminato di persone, costituiscono diffamazione con l’aggravante del mezzo di pubblicità.
 
Una intemperanza del genere dunque può costare cara; invitiamo a riflettere prima di scrivere, ricordando sempre che a nulla serve rimuovere i post o i commenti…
 
Il SULPL dedica molto attenzione ai “leoni da tastiera”, sia a livello locale che nazionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.