Paura sul Piacenza-Milano, controllore accoltellato a S. Stefano

Un controllore di 45 anni è stato ferito, questa mattina, 19 luglio sul treno Trenord Piacenza-Milano a bordo del quale era in servizio, all'altezza di Santo Stefano Lodigiano, la prima stazione dopo quella della nostra città

Un controllore di 45 anni è stato ferito, questa mattina, 19 luglio – come riferisce l’agenzia Ansa – poco dopo le 7 sul treno Trenord Piacenza-Milano, all’altezza di Santo Stefano Lodigiano, la prima stazione dopo quella della nostra città.

L’aggressore, presumibilmente uno straniero, è al momento ricercato. Intorno alle 20 una persona che corrispondeva all’identikit dell’aggressore e che si aggirava in maniera sospetta è stata fermata dalla polizia ferroviaria in stazione a Lodi.

L’uomo sarebbe fuggito riuscendo ad aprire le porte del convoglio in arrivo alla stazione di S. Stefano. Si suppone quindi che l’uomo possa essere salito alla stazione di Piacenza, da dove è partito il treno alle 7 e 09.
   
All’arrivo dei soccorritori alla stazione successiva, quella di Codogno (Milano), il controllore è stato caricato in ambulanza con un coltello conficcato nella mano destra avendo tentato di difendersi da un fendente sferrato all’addome.

La vittima è stata portata all’ospedale di Codogno in condizioni di salute definite non gravi mentre ora polizia e carabinieri stanno cercando di trovare l’aggressore, che si è dato alla fuga a piedi immediatamente dopo i fatti.

Il treno, un 20410, viaggiava in direzione Milano dove sarebbe dovuto arrivare nella stazione di Greco Pirelli alle 8.20.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.