Quantcast

Rugby A, Lyons inserita nel girone 1. Seconda squadra ripescata in B

Il girone 1 si incrocerà poi con il girone 4 composto da Gran Sasso, L’Aquila Rugby, Primavera Rugby, CUS Perugia, UR Prato Sesto e Rugby Benevento.

Più informazioni su

La Federazione Italiana Rugby, in seguito al Consiglio Federale riunitosi ieri a Bologna ha reso note le formule e i gironi dei campionati per la stagione 2017/18.

La formula della serie A prevede due fasi composte da quattro gironi di sei squadre che si affronteranno in gare andata e ritorno a partire dal 1° ottobre.

Le prime tre classificate di ciascun girone andranno a comporre le due Pool Promozione, mentre le ultime tre comporranno altri due gironi e si sfideranno sempre in gare di andata e ritorno nella seconda fase.

La prima e la seconda classificata delle Pool Promozione accederanno alle semifinali (previste con gare di andata e ritorno) per la promozione in Eccellenza.

Le vincenti delle semifinali saranno automaticamente promosse in Eccellenza dove le retrocessioni sono bloccate a causa dell’ampliamento a 12 squadre previsto per la stagione 2018/19. Si giocherà comunque una finale per l’assegnazione del titolo di Campione d’Italia di serie A 2017/18.

La Sitav Rugby Lyons Piacenza è stata inserita nel girone 1 insieme a Pro Recco, Cus Genova, Cus Torino Ad Maiora, VII Rugby Torino e Accademia FIR “Ivan Francescato”.

Il girone 1 si incrocerà poi con il girone 4 composto da Gran Sasso, L’Aquila Rugby, Primavera Rugby, CUS Perugia, UR Prato Sesto e Rugby Benevento.

Dalla formazione dei campionati si apprende anche il ripescaggio della seconda squadra bianconera nel campionato di Serie B. La scorsa stagione, i cadetti avevano sfiorato la promozione arrendendosi di un punto all’Amatori&Union Rugby Milano.

Anche il campionato di serie B comincerà il 1° ottobre con quarantotto squadre divise in quattro gironi geografici da dodici squadre ciascuno, e prevede sette promozioni in Serie A e otto retrocessioni in Serie C.

Le formazioni si sfideranno in partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone, con promozione diretta in Serie A per ciascuna squadra classificatasi al primo posto del proprio girone.

I bianconeri sono stati inseriti nel girone 1 insieme ad Amatori Novara, Biella Rugby, Rugby Sondrio, Amatori Milano, CUS Milano, ASR Lecco, ASR Lumezzane, Monferrato Rugby, Amatori Alghero, Piacenza Rugby e Amatori Capoterra.

A parlare per i Lyons è il tecnico Paolo Orlandi: «Quello che si profila è senza dubbio un girone tosto con avversarie molto forti, ma il nostro obiettivo rimane quello di arrivare fra le prime tre e andare a giocare la Pool Promozione. Devo dire che mi fa piacere incontrare la Pro Recco, perché è una nostra rivale storica ed è senza dubbio una rivalità positiva.

Allo stesso modo sono contento di affrontare i giovani dell’Accademia FIR che sono sempre un avversario interessante. Per quanto riguarda le altre – aggiunge Orlandi – il Cus Genova è una buona squadra, mentre le due torinesi, neopromosse sono due formazioni da scoprire e bisognerà farci attenzione.»

A.S.D. Rugby Lyons Piacenza L’addetto stampa
Alessandro Biasion

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.