Sicurezza in agricoltura, un videogame in 3d per migliorarla foto

E' lo scopo del progetto “La Sicurezza 3d - Azienda Agricola”, finanziato dal servizio sanitario regionale dell'Emilia Romagna e realizzato con la collaborazione dell'Ausl di Piacenza

Più informazioni su

Un videogioco in 3d per migliorare la sicurezza sul lavoro.

E’ lo scopo del progetto “La Sicurezza 3dAzienda Agricola”, finanziato dal servizio sanitario regionale dell’Emilia Romagna e realizzato con la collaborazione dell’Ausl di Piacenza.

Un vero e proprio videogame, disponibile su Pc ma scaricabile come App anche su smartphone, pensato come supporto per la formazione in tema di sicurezza in agricoltura: obiettivo è facilitare l’apprendimento dei concetti base nell’ambito della sicurezza sul lavoro, sensibilizzando alla cultura della prevenzione.

“Perchè non fare diventare il momento formativo un videogioco? Questa è stata l’idea di partenza – ha spiegato il direttore del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Giovanni Lombardi presentando il progetto ai rappresentanti delle associazioni di categoria -, creare uno strumento agile che il lavoratore possa ripetere in più occasioni”.

Il videogame, illustrato da Daniele Sarselli di Poliedra, ricostruisce in modo tridimensionale l’ambiente di un’azienda agricola (alla quale seguiranno le ambientazioni dedicate all’allevamento e alle cantine), all’interno della quale l’utente si muove interagendo con segnaletica ed oggetti per poi rispondere a domande di varia tipologia ottenendo un punteggio.

Punteggio che sull’app mobile sarà poi possibile condividere via social.

Come detto l’applicazione è scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play.

A breve verrà attivata anche una pagina sul sito dell’Ausl dove scaricare la versione deskopt per Pc e Mac.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.