Quantcast

Condannata per eccesso di legittima difesa, si toglie la vita

Tragico epilogo per la vicenda della donna condannata per eccesso colposo di legittima difesa, dopo aver causato la morte del marito a Quarto (Piacenza)

Più informazioni su

Tragico epilogo per la vicenda della donna condannata in primo grado per eccesso colposo di legittima difesa, dopo aver causato la morte del marito a Quarto (Piacenza).

La donna, Angela Lanza, si è uccisa nella serata di sabato 26 agosto, lanciandosi contro un treno nei pressi della stazione di San Nicolò.

La 62enne era stata condannata nel dicembre scorso a due anni per eccesso colposo di legittima difesa. 

Il delitto del marito si era consumato nella notte tra il 26 e 27 marzo 2015 all’interno dell’abitazione della coppia a Quarto (Piacenza).

Il processo di primo grado si era svolto con la formula del rito abbreviato. 

Angela Lanza avrebbe reagito ad un’aggressione del marito, avvenuta al culmine di una lite: questa la prima versione data agli inquirenti, ai quali aveva riferito di essere stata afferrata per il collo dall’uomo e di aver risposto colpendolo al petto con un coltello. Un solo colpo risultato fatale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.