Il regista piacentino Leonardo Lidi alla Biennale Teatro di Venezia

E' fra i sei giovani, selezionati in tutta Italia nell'ambito del bando di Biennale College Teatro, che giovedì pomeriggio, presenteranno la prima mezz'ora dei loro prossimi spettacoli

Più informazioni su

Il piacentino Leonardo Lidi sarà fra i sei giovani registi, selezionati in tutta Italia, che giovedì pomeriggio, nell’ambito della Biennale Teatro di Venezia, presenteranno al Teatro delle Tese la prima mezz’ora dei loro prossimi spettacoli.

Lidi parteciperà con “Spettri”, che porterà in scena Michele Di Mauro, attore noto per la partecipazione a fiction televisive come “I Delitti del Barlume” e “L’allieva”, Matilde Vigna, Mariano Pirrello e Christian La Rosa.

I giovani, individuati e selezionati da Antonio Latella, hanno preso parte al Bando di Biennale College Teatro rivolto ai registi italiani di età compresa tra i 18 e i 30 anni: a loro è stato chiesto di proporre un proprio progetto inedito o che non sia stato rappresentato in forma completa. 

Dalla presentazione finale uscirà un unico regista che realizzerà, con un premio di produzione, il suo spettacolo, definendolo e sviluppandolo in tutti i suoi aspetti con il supporto del Direttore artistico Antonio Latella per debuttare nell’ambito della Biennale Teatro 2018.

Leonardo Lidi, classe 1988, si diploma presso la Scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Valter Malosti per il quale è il giovane protagonista dell’Amleto.

Parallelamente al percorso di attore sviluppa interesse per la regia e la drammaturgia, e nel 2014 viene contattato dalla Società Filodrammatica Piacentina per dirigere due spettacoli: Il medico per Forza di Molière e Hedda Gabler di Ibsen. Nello stesso anno, si dedica all’allestimento della Medea di Euripide.

Attore anche per il cinema, recentemente è stato Agamennone nel ciclo “Santa Estasi” di Antonio Latella, spettacolo che ha vinto il Premio Ubu 2016, e tra i protagonisti di “Afghanistan: il grande gioco” per la regia di Ferdinando Bruni ed Elio de Capitani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.