Quantcast

“Ottimizzazione energia e raccolta differenziata: meno disagi, più servizi”

Intervento di Lorella Cappucciati, consigliere comunale Lega Nord Piacenza, in merito ad alcune segnalazione arrivate in questi giorni sull’energia elettrica e la raccolta rifiuti in città
 

Intervento di Lorella Cappucciati, consigliere comunale Lega Nord Piacenza, in merito ad alcune segnalazione arrivate in questi giorni sull’energia elettrica e la raccolta rifiuti in città.

IL TESTO – “Non è stato un caso il black-out del 4 agosto che ha interessato la centralina di Via Malta, causando numerosi disagi tra le zone di via Beverora, via Taverna, viale Malta, via San Siro, via Santa Franca, la zona della piazzetta San Giacomino e in via Santa Franca, dove una persona è rimasta addirittura bloccata nell’ascensore.

Un problema nato molto probabilmente dall’uso massiccio dei condizionatori. Sono tante, infatti, le segnalazioni che mi arrivano ogni giorno dai cittadini, riguardante un utilizzo massiccio dei condizionatori all’interno dei negozi e delle case, problema che molto probabilmente ha fatto scaturire il blocco temporaneo della corrente elettrica. Dobbiamo risparmiare in energia elettrica, evitando quindi di lasciare le luci accesse anche dopo l’orario di chiusura.

E non accendere magari prima che tramonti il sole le luci che illuminano la città, potrebbe essere anche questa una strada per risparmiare altra corrente.

Per le vie della città, inoltre, noto una concentrazione dei camion dell’Iren tra le 7 e le 8 del mattino, orario delicato per chi si reca al lavoro, bloccando il traffico e rischiando che le persone arrivino tardi sul proprio posto di lavoro.

Su questo tema, per il bene di tutti noi, spero in un maggior utilizzo della raccolta differenziata, anche attraverso ad una maggiore distribuzione dei cassonetti, quelli che abbiamo attualmente sono sporchi, di difficile apertura, oltre ad essere dislocati tra loro con troppa distanza; un problema sul quale la passata amministrazione non ha dato l’importanza che meritava, rendendo difficile la vita dei piacentini, dovendosi fare a volte anche centinaia di metri per trovarne uno.

Molti Comuni usano dei sacchetti colorati per trasportare il materiale differenziato, potrebbe essere un’idea da implementare anche a Piacenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.