Quantcast

Piacenza ricorda la strage di Bologna. Caruso: “Verità e giustizia mai in prescrizione”

Il presidente del Consiglio comunale ha rappresentato la città nell’anniversario dell’attentato che devastò la stazione ferroviaria il 2 agosto 1980

Una ricorrenza “che va ben oltre la solennità della commemorazione istituzionale, ma oggi più che mai, a 37 anni di distanza, suscita un sentimento forte e autentico di partecipazione, che esprime il bisogno di verità e giustizia: valori che mai andranno in prescrizione”.

Sono le parole del presidente del Consiglio comunale Giuseppe Caruso, che stamani a Bologna ha rappresentato Piacenza – sfilando accanto al Gonfalone della città retto dagli agenti della Polizia Municipale – alla cerimonia nell’anniversario dell’attentato che devastò la stazione ferroviaria il 2 agosto 1980.

“E’ doveroso – rimarca Caruso – rinnovare la vicinanza e la solidarietà nei confronti dei familiari delle vittime, nel ricordo di tutti coloro che persero la vita o furono feriti quel giorno”.

“Il tempo non cancella il dolore causato da una strage ancora colpevolmente avvolta dal segreto di Stato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.