Quantcast

“Se non mi date i coltelli prendo la roncola”, arrestato per maltrattamenti

In manette un 49enne residente in Alta Valdarda: secondo quanto emerso, i comportamenti violenti nei confronti della compagna e dei suoi famigliari andavano avanti dal 2013

“Se non mi date i coltelli prendo la roncola”; questa una delle minacce che nel pomeriggio del 5 agosto hanno fatto scattare l’arresto in flagrante di un 49enne residente in Alta Valdarda da parte dei carabinieri della stazione di Lugagnano e di Morfasso, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata.

Stalking, solo in Valdarda 5 arresti da inizio anno “Donne, denunciate”

L’uomo, in attesa dell’udienza di convalida o del processo per direttissima, è stato accompagnato alle Novate.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, le offese e i comportamenti violenti nei confronti della compagna e dei parenti di lei andavano avanti dal 2013, conditi da pesanti minacce di morte.
Sabato l’uomo ha dato in escandescenze in modo preoccupante, motivo per cui sono arrivati i carabinieri e l’ambulanza del 118. Accompagnato in ospedale ha poi deciso spontaneamente di sottoporsi ad un trattamento sanitario ed alcune ore dopo è potuto tornare a casa.

Nel frattempo i famigliari, spaventati dalla sua aggressività, avrebbero nascosto due coltelli a serramanico di proprietà del 49enne, che quando non li ha trovati è andato su tutte le furie, lanciandosi in nuove intimidazioni e avvertrendoli che sarebbe andato a prendere una roncola in cantina se non gli avessero restituito le armi. 

Una situazione allarmante, che ha richiesto un nuovo intervento dei carabinieri, che l’hanno bloccato e poi condotto in carcere.

Si tratta del 16esimo arresto eseguito dai militari della stazione di Lugagnano nel loro territorio di competenza da inizio anno. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.